16.4 C
Firenze
giovedì 29 Settembre 2022
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

Calcio e Covid, la serie A contagiata non si ferma. L’intervento di Draghi

E adesso potrebbe essere il premier Draghi a fermare una serie A contagiata che, a differenza di serie B e altre categorie, di fermarsi non ne vuole sapere. Così come nel marzo 2020, in un mondo travolto dalla pandemia, a fermare il calcio fu Conte, dopo lo stop alle attività sportive chiesto dal presidente del Coni Malagò. Oggi come allora c’è un’unica certezza: il calcio, che ha un peso economico di primo piano, non intende fare un passo indietro. Non quello di serie A. E allora potrebbe decidere Draghi. Che ha telefonato al presidente Figc Gravina. Esprimendo preoccupazione, invitando alla riflessione, sollecitando di valutare la sospensione del campionato o lo svolgimento delle partite a porte chiuse. La Lega serie A, presidente Paolo Dal Pino, però tira dritto. E ‘ribadisce con fermezza la fiducia di poter proseguire lo svolgimento delle proprie competizioni grazie all’applicazione del regolamento organizzativo approvato dal Consiglio’. 

Riferendosi al suo protocollo anti Covid last minute varato in questi giorni. Quello che prevede l’obbligo di scendere in campo con almeno 13 giocatori negativi, anche baby della Primavera. Auspicando la Lega serie A, riferendosi all’incontro col Governo annunciato il prossimo mercoledì 12 gennaio, che ‘si possano individuare in modo chiaro degli strumenti di coordinamento delle Asl territoriali per assicurare una gestione uniforme delle situazioni da covid-19 nelle squadre’. Asl con cui la Lega serie A nel frattempo ha iniziato un braccio di ferro, anche minacciando ricorsi nelle ‘sedi opportune’, definendo lo stop Asl con quarantena alle squadre decimate dal contagio ‘decisioni illegittime, provvedimenti confusi e incoerenti che stanno creandi gravi danni al sistema sportivo italiano, con devastanti impatti economici’. Come è accaduto nella giornata caos del 5 gennaio, non passata inosservata evidentemente anche agli occhi di Draghi. Irremovibile la Lega serie A nel non rinviare le gare con i club alle prese con un centinaio di positivi. Intervento Asl in serata, alcune partite non disputate il 6 gennaio, tra cui Fiorentina – Udinese.  Adesso però è arrivata telefonata di Draghi. Vedremo per quanto tempo ancora la Lega serie A intende essere irremovibile.

© Riproduzione riservata

spot_img

Editoriale

Firenze
nubi sparse
16.4 ° C
18.1 °
14.9 °
89 %
3.1kmh
40 %
Gio
19 °
Ven
19 °
Sab
19 °
Dom
23 °
Lun
23 °
spot_imgspot_img