9.9 C
Firenze
sabato 3 Dicembre 2022
spot_img
spot_img

Concerto in blues di Irene Grandi a Castelfiorentino

La popolare musicista toscana, madrina del vittorioso match di Italrugby con Australia, in tour al Teatro del Popolo

CASTELFIORENTINO –  Irene Grandi in concerto al Teatro del Popolo di Castelfiorentino.

La popolare musicista fiorentina in tour teatrale con Io in Blues venerdì 18 novembre “Vicino alla mia Firenze, vi aspetto”, scrive via social Irene Grandi, madrina al Franchi di Firenze della partita di rugby Italia – Australia con la storica vittoria azzurra 28-27.

A Irene Grandi è stato recentemente consegnato  il Premio Pierangelo Bertoli-Per dirti t’amo per aver parlato nelle sue opere del tema dell’amore anche sul piano universale”.

La premiazione è avvenuta al Teatro Storchi di Modena, a 20 anni dalla morte e a 80 dalla nascita di Pierangelo Bertoli. Insieme a Irene Grandi sono stati premiati anche Roberto Vecchioni, Francesco Gabbani, Bandabardò & Cisco.

Il tour Io in Blues vuole essere  “l’atto d’amore di una delle più importanti cantanti italiane ad alcuni dei più carismatici artisti internazionali e italiani che hanno reso, direttamente o indirettamente, immortale un genere che è alla base tutta la musica moderna che conosciamo. Ma anche un tributo appassionato alle radici di Irene, alla sua formazione musicale e alle prime esperienze sul palco, nelle quali ha ottenuto un imprinting che ha poi sviluppato in uno stile personale e riconoscibile”.

Dunque un concerto, un viaggio, fatto di brani che attraversano un arco temporale che va dagli anni ’60 fino ai ’90, canzoni che sono blues nell’anima e nell’ispirazione: Etta James, Otis Redding, Willie Dixon, Tracy Chapman, Sade, ma anche Pino Daniele, Lucio Battisti, Mina, e alcuni brani di Irene, riarrangiati in chiave rock-blues.

Irene Grandi: “In questo tempo sospeso, difficile, smarrito, ho finalmente ritrovato l’ispirazione tornando alle radici. Da sempre il blues mi risuona dentro, mi emoziona e negli anni della mia formazione ha avuto un grande impatto sul mio mondo musicale e la mia voce.

Nel lungo momento che ci ha tenuto lontani gli uni dagli altri, incerti sul futuro, sconvolti da tanti cambiamenti e rattristati dalla sorte dei più fragili, ho fatto molta fatica a trovare ispirazione e slancio, finché ho smesso di cercare qualcosa di nuovo e mi sono immersa in qualcosa che conoscevo, che amavo ma che da molto tempo non praticavo più. Ho voluto ricordare da dove vengo e ritornare appunto alle radici, sperando così di ritrovare anche io un maggiore radicamento e una nuova forza di reagire.

Accettare anche la malinconia di questo lungo periodo drammatico che abbiamo vissuto, ascoltarla e cantarla. Perché il blues? Perché il blues è la radice, è la madre, e ti accoglie nelle sue grandi braccia.”
Sul palco con Irene Grandi i musicisti Max Frignani, chitarra, Piero Spirilli, basso, Fabrizio Morganti, batteria, Pippo Guarnera, hammond.

© Riproduzione riservata

spot_img

Notizie correlate

Firenze
pioggia moderata
9.9 ° C
11.3 °
8.7 °
95 %
1.5kmh
75 %
Sab
11 °
Dom
11 °
Lun
12 °
Mar
13 °
Mer
11 °
spot_img
spot_img