19.6 C
Firenze
giovedì 29 Settembre 2022
spot_img
spot_img
spot_img

Cortona dice no alla scuola intitolata a Sassoli. Il fratello: “Sono addolorato”

La replica del sindaco Meoni: "Cortona è riconoscente all'ex presidente del Parlamento Europeo, ma il suo nome è stato usato dalla minoranza in modo strumentale"

CORTONA – Cortona dice no all’intitolazione di una scuola a David Sassoli. E Mario Gori Sassoli, fratello dello scomparso giornalista presidente del Parlamento Europeo,  “intimamente addolorato”, ricorda il legame con Cortona di David Sassoli, toscano di Firenze, la madre di Prato. E scrive al sindaco Luciano Meoni. Che, in merito alla bocciatura in Consiglio Comunale di intitolare il plesso scolastico di Camucia chiesto con mozione di minoranza Pd risponde: “L’iniziativa è stata portata avanti in modo improprio e senza il benché minimo coordinamento. Spiace dover constatare come il nome dell’onorevole Sassoli sia stato utilizzato in modo strumentale”. Mario Sassoli sul fratello David: “Le manifestazioni di sincero cordoglio e di profonda stima per la sua non comune e appassionata figura di promotore di pace sono state spontanee e unanimi, in Italia come all’estero. Non si contano le proposte, moltissime già portate a compimento, di dedicargli centri culturali, scuole, biblioteche, sale di convegni e aule consigliari. E il suo determinante impegno istituzionale per i fondanti valori dell’unità europea è stato ricordato con commoventi parole dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella a conclusione del discorso di insediamento al Parlamento italiano”. Poi Mario Sassoli: “In tutte le Regioni italiane si propongono ininterrottamente, e  in varie modalità, le iniziative più diverse e gli omaggi che gli vengono tributati. Da ogni parte politica è stato sottolineato il suo impegno nel promuovere  gli scambi culturali, soprattutto tra le nuove generazioni, l’accoglienza e gli aiuti concreti alle madri e ai bambini lasciando aperto il Parlamento in tempo di Covid, e il suo aver sempre favorito  le minoranze più deboli”. Quindi: “La proposta di dedicargli il plesso scolastico di Camucia mi aveva particolarmente rallegrato in quanto, per motivi affettivi, Cortona è stato un luogo che mio fratello ha amato e frequentato continuativamente, con la discrezione e gentilezza da tutti riconosciute, fin da quando, giovanissimo, fu il mio testimone di nozze nella chiesa di San Martino a Bocena, nel lontano 1975. Da allora non è mai mancato di venire nella nostra bella città,  sia durante i miei sette anni di residenza a Cortona per i lavori di ristrutturazione del Museo dell’Accademia Etrusca, nell’ambito del mio ruolo di storico dell’arte della Soprintendenza di Arezzo, sia, in seguito, per motivi rappresentativi, istituzionali e, naturalmente, anche familiari. E questo fino allo scorso agosto quando, per l’aggravarsi della malattia, dopo aver lasciato Cortona ha trovato le forze solo per recarsi a Bruxelles e a Strasburgo per presiedere le riunioni del Parlamento. La notizia della bocciatura della titolazione a David da parte dell’amministrazione comunale mi ha, com’è facilmente intuibile per gli stretti legami con Cortona, intimamente addolorato e per questo vengo a chiedere a lei se ci sono motivazioni, giuridiche e/o politiche, di un diniego che francamente mi appare incomprensibile”.

La risposta del sindaco Luciano Meoni: “L’amministrazione comunale di Cortona è consapevole della grave perdita che il mondo politico europeo ha subìto con la prematura scomparsa di David Sassoli. Egli, prima come giornalista e poi come politico e uomo delle istituzioni, ha saputo diffondere e interpretare i migliori valori della nostra democrazia. Cortona è una città che deve un tributo e un riconoscimento al compianto ex Presidente del Parlamento Europeo proprio per la sua opera umana, per la sua azione politica e per il suo legame con la nostra comunità”. E spiega: “Purtroppo questa iniziativa è stata portata avanti da alcuni esponenti locali in modo improprio e senza il benché minimo coordinamento. Spiace dover constatare come il nome dell’onorevole Sassoli sia stato utilizzato in modo così strumentale. Come è noto a tutti coloro che frequentano gli ambienti istituzionali, la nuova scuola di Camucia prenderà il posto di plessi scolastici già intitolati a importanti personalità che l’Amministrazione comunale non vuole cancellare. Per questa ragione l’iniziativa dei consiglieri di minoranza è stata respinta”.

 

© Riproduzione riservata

spot_img

Notizie correlate

Firenze
nubi sparse
19.6 ° C
21 °
18.5 °
84 %
2.6kmh
75 %
Gio
20 °
Ven
19 °
Sab
21 °
Dom
23 °
Lun
24 °