9.9 C
Firenze
sabato 3 Dicembre 2022
spot_img
spot_img

Firenze, la notte a Palazzo Vecchio degli operai ex Gkn

Collettivo di fabbrica in Consiglio Comunale: "Non ce ne andiamo senza novità risolutive sulla vertenza"

FIRENZE – Collettivo di fabbrica ex Gkn di Campi Bisenzio a Palazzo Vecchio in Consiglio Comunale. 

Gli operai sono arrivati in Comune ieri 14 novembre e sono rimasti la notte.

Il Consiglio Comunale presieduto da Luca Milano è stato sospeso. In serata sono arrivate le pizze per gli operai.

E l’occupazione sta continuando stamani martedì 15 novembre.

La motivazione di questa decisione di protestare in Consiglio Comunale in un post social: “La disperazione, il tentativo di gettare fango su uno stabilimento e su una lotta di popolo, ribaltare costantemente la verità. Ci abbiamo pensato bene a quali proteste fare. Non toccheremo l’ agibilità delle strade o dei mezzi usati da chi va a lavorare. Siamo venuti a rivendicare la nostra dignità qua. Dicono che si chiami Comune perché è la casa di tutte e tutti. Noi siamo in Consiglio Comunale. Non ce ne andiamo senza novità risolutive sulla vertenza. Ad oltranza qua. Questo presente finisce ora. Il nostro futuro comincia adesso”.

Nei giorni scorsi il collettivo di fabbrica ex Gkn si è presentato a Firenze alla stazione centrale di Santa Maria Novella, all’aeroporto Amerigo Vespucci e in via Cavour davanti al Consiglio regionale della Toscana.

I lavoratori hanno dato vita a piccoli presidi con slogan e striscioni del collettivo, protestando anche contro il ritardo nel pagamento dello stipendio di ottobre: una vicenda che ha spinto la Fiom-Cgil  a proclamare nei giorni scorsi uno sciopero di due ore per i metalmeccanici di Firenze, Prato e Pistoia.

“Il ricatto degli stipendi è l’ultimo capitolo della codardia di un intero sistema. Avevamo avvertito di non osare toccare il reddito dopo che ci avete toccato il lavoro. Vi piace vedere gli operai disperati e ricattati senza stipendio? Noi, gli ultimi, possiamo essere ovunque e contemporaneamente”. Il collettivo ha chiesto “la verità sullo stato societario” di Qf Spa, nuova proprietaria della fabbrica; di “mettere a disposizione lo stabilimento di chi veramente vuole e può portare idee, progetti, lavoro”; quindi, l’attivazione di una “Cassa integrazione non retroattiva e solo con un vero piano di reindustrializzazione”.

© Riproduzione riservata

spot_img

Notizie correlate

Firenze
pioggia moderata
9.9 ° C
11.3 °
8.7 °
95 %
1.5kmh
75 %
Sab
11 °
Dom
11 °
Lun
12 °
Mar
13 °
Mer
11 °
spot_img
spot_img