21 C
Firenze
venerdì 30 Settembre 2022
spot_img
spot_img
spot_img

Giorgia Meloni a Firenze: “In Toscana non ci sono più roccaforti di sinistra”

"Se non esiste alternativa al rigassificatore a Piombino allora dimostriamo che c'è una politica diversa nell'offrire le compensazioni alla città". Polemica con Nardella: "Ridicolo"

FIRENZE – Duemila persone al Mandela Forum di Firenze per Giorgia Meloni.

A cena con la leader di Fratelli d’Italia.

Un FdI che viaggia in vista del voto del 25 settembre forte di sondaggi che lo danno primo partito in Italia davanti a Pd e M5S.

Meloni al tavolo coi sindaci toscani.

Un’iniziativa, quella al Mandela, preceduta dal j’accuse social a Meloni del sindaco Dario Nardella:  “Mandela è cittadino onorario di Firenze e il suo nome è legato alla nostra città perché condividiamo gli stessi valori. Quando la leader di FdI parlerà con enfasi di valori, di una politica seria e coerente, si ricorderà di tutto questo? Avrà la faccia tosta di citarlo e magari di fermarsi davanti alla riproduzione della cella dove è stato rinchiuso? Abbia la dignità e il buon senso di non usare il suo nome. Spero che le sue ambizioni si fermino almeno davanti alla vita e alla memoria di un grande uomo come Mandela”.

Giorgia Meloni: “Nardella è ridicolo, perché è la seconda volta che facciamo una cena al Mandela forum e la prima volta il referente del PalaMandela mi ha consegnato la chiave della cella di Mandela. Nardella non se ne era accorto, oppure devo dedurre che è arrivata la campagna elettorale e il sindaco cerca di ravanare due o tre voti per il Pd che in grande difficoltà? Sono una persona seria e alle cretinate non rispondo”.

Sul rigassificatore a Piombino, che vede il sindaco Francesco Ferrari, Fratelli d’Italia, in prima linea per il no: “Col sindaco ci parliamo quasi ogni giorno, è una questione che io seguo da mesi. Ovviamente comprendo benissimo la posizione del sindaco, ho con lui spiegato varie volte, e lui capisce bene la posizione che stiamo portando avanti, una posizione di condivisione. Piombino ha effettivamente dei problemi come città, perché è stata una città che ha già pagato, e che quando dovevano arrivare le compensazioni da parte dello Stato non ha visto quelle compensazioni. Dopodiché io e il sindaco di Piombino capiamo benissimo che i rigassificatori in Italia servono e che servono il prima possibile. Quindi qual è la soluzione questo problema? Noi abbiamo l’obbligo di verificare se negli stessi tempi, quindi senza allungare i tempi, possa esistere una sede più adeguata di quella di Piombino per non far ricadere tutti i sacrifici sulla stessa città. Se quella alternativa non esistesse, poiché noi abbiamo il problema di liberarci dalla dipendenza russa il prima possibile e di essere indipendenti allora bisognerà una volta tanto dimostrare che c’è una politica diversa nell’offrire le compensazioni necessarie alla città, giuste per la città, e nel coinvolgere anche l’amministrazione che finora non è stata coinvolta molto, e secondo me anche quello è un grande errore del governo precedente. Quindi siamo in piena sintonia. Ovviamente è normale che il sindaco di Piombino faccia tutto quello che può, come sempre fanno gli amministratori di Fratelli d’Italia, per il bene della città che amministra”.

Poi Meloni: “Le roccaforti della sinistra non esistono più, e mi pare che lo abbiamo ampiamente dimostrato proprio qui in Toscana. Oggi c’è a Pistoia, per esempio, una città che non era mai stata governata dal centrodestra, un sindaco di Fratelli d’Italia riconfermato al secondo turno; ci sono esperienze come quella di Piombino; ci sono diverse esperienze di governo di Fratelli d’Italia, del centrodestra, che vanno benissimo. Il problema delle roccaforti per la sinistra è stato che quando sei convinto di essere una roccaforte, e sai che i cittadini ti voteranno indipendentemente da quello che fai, finisci per smettere di fare politica e cominci ad amministrare il potere, e a un certo punto quel consenso lo perdi inevitabilmente”.

© Riproduzione riservata

spot_img

Notizie correlate

Firenze
nubi sparse
21 ° C
21.8 °
18.8 °
77 %
4.6kmh
40 %
Gio
21 °
Ven
19 °
Sab
20 °
Dom
23 °
Lun
24 °