15.2 C
Firenze
mercoledì 5 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

Politiche 2022 e gas alle stelle. Export ancora boom. Piombino resiste

La situazione gas è drammatica, ma sembra non essere colta appieno nella sua drammaticità dai politici uscenti e aspiranti rientranti responsabili più o meno tutti col Governo Draghi di misure a quanto pare rivelatesi non sufficientemente adeguate nel contrastare i costi in aumento a dismisura.

Aziende e commercianti sono in ginocchio e hanno come unica prospettiva la chiusura dell’attività.

Le famiglie delle bollette alle stelle se ne accorgeranno in inverno.

Eppure anche a luglio 2022 l’Italia ha messo a segno il  record di esportazione gas all’estero.

Dati freschi di pubblicazione sul sito web del Mite.

Luglio 2022 ha esportato il 175,3% in più di gas rispetto a luglio 2021.

Con dati gennaio – luglio 2022 piena guerra Ucraina che rendicontano il 359,1% in più di gas esportato all’estero dall’Italia rispetto a luglio 2021.

In Italia tiene banco la Toscana con il caso Piombino.

Piombino, Medaglia d’Oro alla Resistenza, resiste. 

Da un lato un territorio sempre più in rivolta che non vuole nel piccolo porto in cui fanno su e giù i traghetti per l’Elba il Golar Tundra, 300 metri di nave metaniera larga 40 metri presentata indispensabile dal Governo Draghi, e quindi da quasi tutti i partiti, per risolvere l’emergenza gas.

Che non è chiaro in cosa consista, visto il boom export dell’Italia 2022.

E dunque per quale motivo i costi in bolletta volino.

Emergenza gas che sarebbe imputabile alla Russia.

A cui l’Italia, Governo Draghi, ha applicato le celebri sanzioni.

E che alla Russia ha voltato le spalle inviando (con soldi pubblici) le armi in Ucraina.

Anche facendo visite rassicuranti sugli aiuti (con soldi pubblici) a Zelensky: da Draghi a Di Maio passando da Nardella.

Sullo sfondo gli Stati Uniti.

Rigassificatore che non vuole per primo il sindaco Francesco Ferrari, mentre il suo partito Fratelli d’Italia ha dichiarato di essere favorevole.

Ma che senza passare dalla Via, Valutazione impatto ambientale, che non è un dettaglio, Giani commissario straordinario incaricato da Draghi sta conducendo in porto.

Quello di Piombino.

A Rosignano, sempre costa livornese, dopo una battaglia legale di 15 anni, amministrazione comunale Pd, il rigassificatore non è stato fatto.

A Piombino sta arrivando.

Con Snam, che ha acquistato Golar Tundra che l’istanza per tenere Golar Tundra in quel delizioso porto l’ha presentata per 25 anni. Che poi Giani tuoni “non più di tre anni”, perché sia come tuona Giani dica Snam dove va Golar Tundra passati i tre anni.

Si leggano i documenti.

E d’altra parte il Decreto Aiuti, quello non votato dal M5S con l’apriti cielo dei pro Draghi, oltre a semplificare le procedure saltando la Via  prevede 30 milioni annui per venti anni “a chi realizza impianti di rigassificazione galleggianti”.

Sempre coi soldi pubblici di cui sopra.

200 euro una tantum per determinate categorie di lavoratori nel Decreto Aiuti e 30 milioni annui per 20 anni per chi realizza rigassificatori. 

Col Decreto Aiuti bis come misure di contrasto ai rincari energetici esteso al quarto trimestre 2022 l’azzeramento degli oneri generali di sistema elettrico per tutti i contribuenti, sia le utenze domestiche e quelle non domestiche.

Sospesa fino al 30 aprile 2023 l’efficacia di eventuali clausole contrattuali che consentono all’impresa fornitrice di modificare unilateralmente il prezzo.

L’Europa ha fissato il 9 settembre il Consiglio dei ministri dell’Energia e si riparla di price cap dopo l’apertura di Berlino.

Su cui l’Europa è in grande ritardo.

Oggi 30 agosto 2022 il prezzo del gas è sceso sotto i 260 euro.

E’ da vedere se è un inizio di discesa o se si tratta di manovre speculative. 

L’Unione Europea con Ursula von der Leyen ha annunciato in preparazione “un intervento di emergenza e una riforma strutturale del mercato dell’energia”.

Ma chi paga intanto le bollette stratosferiche che stanno seppellendo le imprese?

Chi pagherà le bollette delle famiglie?

E soprattutto perché i costi energetici sono impazziti? 

 

 

 

© Riproduzione riservata

spot_img

Editoriale

Firenze
cielo sereno
15.2 ° C
18.8 °
13.5 °
85 %
1.5kmh
0 %
Mer
25 °
Gio
25 °
Ven
25 °
Sab
24 °
Dom
17 °
spot_imgspot_img