24.6 C
Firenze
mercoledì 5 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
spot_img

Quirinale, ottavo scrutinio al via. Verso il Mattarella bis. Draghi rimane a Palazzo Chigi

Eugenio Giani, Pd: "Credo possa prevalere un meccanismo di riconferma di Mattarella con Draghi premier". Marco Landi, Lega: "Chiediamo a Mattarella di restare, il nostro voto è per Mattarella"

“Una rielezione del presidente Mattarella un fallimento della politica? No, Tutt’altro. La qualità di Mattarella è indiscussa. Sì, credo possa prevalere un meccanismo di riconferma dell’accoppiata Mattarella – Draghi, che hanno lavorato molto bene per l’Italia in questi undici mesi. Enrico Letta è stato equilibrato ed abile per arrivare a una scelta importante come quella di Sergio Mattarella ancora presidente della Repubblica”. Sarà Mattarella bis. Molto chiaro Eugenio Giani, Pd, presidente Regione Toscana, grande elettore, al telefono con noi da Montecitorio. Sarà Mattarella bis. I numeri, a meno di un clamoroso colpo di scena che molto difficilmente ci sarà, usciranno dall’urna nello scrutinio numero otto per il Quirinale di sabato 29 gennaio, al via alle 16.30. Dopo che lo scrutinio numero sette ha nuovamente votato Mattarella, pur senza raggiungere il quorum, esattamente come nello scrutinio numero sei.

Un Mattarella bis significa il primo presidente nella storia della Repubblica Italiana in carica quattordici anni. Il bis di Napolitano, ricordiamo, era durato due anni, nel gennaio 2015 rassegnò le dimissioni e il testimone passò a Mattarella. A confermarci telefonicamente il voto per Mattarella presidente è anche l’elbano Marco Landi, Lega Salvini Premier. Landi, portavoce dell’opposizione in Consiglio regionale, con Giani e Antonio Mazzeo, Pd, presidente Consiglio regionale Toscana, è grande elettore espresso dalla Regione Toscana. Per Landi “Mattarella è il nome che può trovare una convergenza. Un presidente sulle cui qualità politiche non si discute. Chiediamo a Mattarella di restare. Il nostro voto è per Mattarella”. Dunque tramontato il ‘presidente donna’ proposto venerdì 28 gennaio sera, pur separatamente, da Salvini e Conte. “Non è una responsabilità nostra. Noi abbiamo proposto anche la presidente del Senato Casellati, ma il centrosinistra non è stato d’accordo”, ci risponde Landi. “Se la sono giocata male in tal senso Salvini e Conte, bruciando i nomi. L’unico leader che ha fatto bene in questi giorni è Enrico Letta”, è l’opinione di Giani. Dunque sarà Mattarella bis. Con Draghi che rimane premier.

© Riproduzione riservata

spot_img

Notizie correlate

Firenze
cielo sereno
24.6 ° C
27.3 °
23.3 °
71 %
1kmh
0 %
Mer
25 °
Gio
25 °
Ven
25 °
Sab
24 °
Dom
25 °