9.9 C
Firenze
sabato 3 Dicembre 2022
spot_img
spot_img

Rosignano, Solvay inaugura nuovo impianto bicarbonato sodio

Tratterà 25mila tonnellate annue di bicarbonato sodio. Il direttore Nicolas Dugenetay: "Percorso che avanza con concretezza"

ROSIGNANO – Nuovo impianto nello stabilimento Solvay di Rosignano, provincia Livorno. Stabilimento di Rosignano diretto da Nicolas Dugenetay che è il primo insediamento Solvay in Italia.

 

Inaugurato, alla presenza delle istituzioni del territorio, il nuovo impianto “SOLVAir®Ready‐To‐Use” che tratterà circa 25.000 tonnellate/anno di bicarbonato di sodio prodotto a Rosignano.

Presenti anche il senatore di Castiglioncello Manfredi Potenti, Lega Salvini Premier, e la deputata di Cecina Chiara Tenerini, Forza Italia.

Solvay ha anche annunciato la prossima realizzazione di un nuovo impianto per la produzione di Alve‐One®, “prodotto anch’esso derivante dal trattamento di Bicarbonato di Sodio Solvay realizzato nel sito di Rosignano”.

Il nuovo impianto inaugurato”E’ finalizzato a una produzione specializzata del bicarbonato, per essere utilizzato nell’ambito della tecnologia ambientale SOLVAir®. a cui il nuovo prodotto è destinato”.

La tecnologia SOLVAir® , si legge in una nota, “è un brevetto Solvay sviluppato negli ultimi 30 anni per il settore della depurazione dei gas dalle emissioni di tutti i tipi di impianti, quali termovalorizzatori, settore navale, produzione di energia e di vari altri tipi di strutture industriali.

La realizzazione dell’impianto, ad elevato livello di automazione, è stata resa possibile attraverso
la partnership con alcune realtà industriali locali,  le aziende Cooperativa Etruria Nord che ne ha finanziato e coordinato l’investimento e si occuperà della sua conduzione e OMP, che ha progettato e costruito l’impianto in collaborazione con il team Solvay.

La particolarità del bicarbonato di sodio trattato nell’impianto SOLVAir® Ready‐To‐Use consiste nelle caratteristiche speciali del prodotto, che lo renderanno pronto all’uso, dunque evitando ai clienti finali ulteriori trattamenti prima del suo utilizzo. Contribuirà anche in modo determinante al raggiungimento degli standard sempre più restrittivi, richiesti dalle normative ambientali in questi settori”.

Solvay ha dunque anche annunciato la prossima realizzazione di un nuovo impianto per la produzione di Alve‐One®, prodotto anch’esso derivante dal trattamento di bicarbonato di sodio Solvay realizzato nel Sito di Rosignano e realizzato sempre in collaborazione con Cooperativa Etruria Nord e OMP.
“Alve‐One® è un nuovo agente schiumogeno espandente, formulato con materie prime sicure ed ecologiche e privo di sostanze pericolose: questo prodotto trova sempre più vasto impiego nel settore automobilistico, nell’edilizia e costruzioni e nelle calzature”.

Il direttore dello stabilimento Solvay di Rosignano, Nicolas Dugenetay: “Alcune settimane fa abbiamo organizzato l’evento Porte Aperte del Parco Industriale. Sono intervenute 2500 persone. Abbiamo mostrato loro il lavoro, le tecnologie, i prodotti del polo chimico e spiegato il nostro programma di sviluppo incentrato sulla sostenibilità. Adesso tagliamo il nastro di questo nuovo impianto e anticipiamo il prossimo investimento in fase di realizzazione. Ci affiancano aziende locali altamente qualificate. Con le istituzioni abbiamo recentemente siglato un Protocollo di Intesa per migliorare l’integrazione e l’impronta ambientale del polo chimico. E’ un percorso che avanza, con concretezza”.

© Riproduzione riservata

spot_img

Notizie correlate

Firenze
pioggia moderata
9.9 ° C
11.3 °
8.7 °
95 %
1.5kmh
75 %
Sab
11 °
Dom
11 °
Lun
12 °
Mar
13 °
Mer
11 °
spot_img
spot_img