15.2 C
Firenze
mercoledì 5 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
spot_img

Sanremo 2022, boom di ascolti. Vincono Mahmood e Blanco. Vince Amadeus. Vince la Toscana

Un successo il bilancio dei toscani. La firma di Jovanotti e Onori sul brano di Morandi. Irama ai piedi del podio. Il 'Ciao ciao' hit della Rappresentante di lista. E la star del Festival Drusilla Foer

Sanremo 2022, è un bilancio record quello dell’edizione del Festival targato Amadeus vinta da Mahmood e Blanco con ‘Brividi’, il brano più ascoltato di sempre in un solo giorno su Spotify Italia con 3.384.192 streaming in 24 ore. Pronti per l’Eurovision Song Contest di scena a Torino. Ancora boom di ascolti con 13,4 milioni di spettatori e il 64,9% di share per il gran finale condotto da un Amadeus praticamente perfetto illuminato dalla leggerezza di Sabrina Ferilli, padrona di casa felice con stupore. Festival che vede sul podio seconda classificata Elisa e il suo ‘O forse sei tu’, video ufficiale girato a Cecina. E il terzo posto ‘made in Toscana’ dell’eterno ragazzo Gianni Morandi, con il suo ‘Apri tutte le porte’ scritto dal toscano di Cortona Jovanotti e dal musicista toscano di Prato Riccardo Onori. Con Morandi con i suoi 77 anni più giovane dei giovani che corre ad abbracciare il suo direttore di orchestra Mousse T. Tre generazioni sul podio. “Che bel podio”, twitta Gianni Morandi. E Jovanotti replica. “Brividi è un pezzo bellissimo e merita il Festival. Mahmood e Blanco perfetti. Elisa è una grandissima artista. E Morandi è una grande gioia”.

E in questa edizione del Festival orchestrata con grande intelligenza e grande professionalità da Amadeus spalla di tutti, un’edizione all’insegna del FantaSanremo di ‘Papalina’ e ‘zia Mara’, edizione sottolineata dalla gioia di tutti i cantanti in gara, vince la Toscana di qualità. Ai piedi del podio col quarto posto assoluto Irama, toscano di Carrara, applauditissimo con la sua ‘Ovunque sarai’, quest’anno live sul palco dopo l’edizione 2021 in quarantena, e un quinto posto conquistato col video delle prove generali. Il successo di La Rappresentante di lista, al settimo posto. Scatenati sul palco Veronica Lucchesi, toscana di Viareggio, e Dario Mangiaracina, di Palermo, diventati con il loro ‘Ciao ciao’ i beniamini dell’Ariston che ha cantato e ballato con loro. Ed è stato il Festival di una toscana d’autore, Drusilla Foer. La regina di Sanremo è lei, l’alter ego del fiorentino Gianluca Gori, che ha portato sul palco tutta la sua straordinaria bravura. Uno spettacolo nello spettacolo Drusilla Foer con la sua ironia, la sua intelligenza, la sua cultura a veicolare una professionalità che è di pochi. Sicuramente una professionalità che è di Amadeus non solo conduttore ma anche direttore artistico a cui va anche e soprattutto il merito della scelta del cast e di aver puntato sull’arte di Drusilla Foer. Un Amadeus che ha trasformato Sanremo in una grande festa di significato per i lavoratori dello spettacolo dopo il lungo stop. E che, dopo Diodato 2020 e i Maneskin 2021 anche vincitori dell’Eurovision, ancora una volta intercetta gusti e tendenze musicali pregiandosi di un podio di spessore a sottolineare il successo del suo Sanremo.    

     

© Riproduzione riservata

spot_img

Notizie correlate

Firenze
cielo sereno
15.2 ° C
18.8 °
13.5 °
85 %
1.5kmh
0 %
Mer
25 °
Gio
25 °
Ven
25 °
Sab
24 °
Dom
17 °