15.2 C
Firenze
mercoledì 5 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
spot_img

Torre del Lago, blitz dei Nocs. Bloccato l’uomo barricato in casa insieme al padre

L'uomo è da tempo sofferente per disturbi psichiatrici. Durante la giornata dall'abitazione colpi d'arma da fuoco hanno ferito lievemente un vigile del fuoco

TORRE DEL LAGO – Si è conclusa con l’irruzione dei Nocs dopo quasi otto ore una giornata di grande tensione a Torre del Lago, frazione di Viareggio, provincia di Lucca. Non ci sarebbero feriti, sono tutti salvi. Una giornata in cui un uomo, 44 anni, da tempo sofferente per disturbi psichiatrici, in stato di alterazione psico-fisica, si era barricato in casa col padre novantenne nella tarda mattinata di mercoledì 18 gennaio. Dopo che la Polizia Municipale si era presentata con un’ordinanza di Aso, accertamento sanitario obbligatorio, nei confronti del 44enne. L’uomo si era barricato in casa, sono stati chiamati i vigili del fuoco e dall’interno dell’abitazione sono stati esplosi colpi di pistola che hanno ferito in modo lieve un vigile del fuoco. Nel pomeriggio sono arrivati da Roma gli agenti del Nocs, il Nucleo operativo centrale di sicurezza, il reparto speciale della Polizia di Stato per le operazioni ad alto rischio.

L’operazione con il blitz dei Nocs si è conclusa poco prima delle 22. Nel frattempo nell’abitazione erano stati staccati luce e gas. Padre e figlio sono stati bloccati. Secondo quanto riferito dalla Questura di Lucca, i due occupanti della casa non sarebbero rimasti feriti nel blitz. L’uomo è stato portato in commissariato in stato di fermo a disposizione del magistrato di turno, mentre il padre è stato trasferito in ospedale per accertamenti. La Procura di Lucca ha disposto l’arresto per tentato omicidio in concorso sia del figlio, 44 anni, che del padre, 89 anni. La polizia ha sequestrato anche la pistola con cui sono stati sparati i due colpi: si tratta di una Galesi modello 1930 calibro 6,35. Entrambi sono accusati anche di detenzione abusiva di arma. L’uomo di 44 anni aveva lavorato come barelliere all’ospedale Santa Chiara di Pisa, da cui poi è stato licenziato. In seguito alla morte della madre sarebbe caduto in una grave crisi depressiva. Per quanto riguarda le condizioni del vigile del fuoco ferito, il proiettile lo ha colpito al petto, ha avvertito solo un forte bruciore ma non ha subito ferite. Trasportato all’ospedale Versilia, i sanitari gli hanno riscontrato un’abrasione al braccio e una contusione al costato, con una prognosi di dieci giorni.

 

 

.

© Riproduzione riservata

spot_img

Notizie correlate

Firenze
cielo sereno
15.2 ° C
18.8 °
13.5 °
85 %
1.5kmh
0 %
Mer
25 °
Gio
25 °
Ven
25 °
Sab
24 °
Dom
17 °