16.4 C
Firenze
giovedì 29 Settembre 2022
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

Zelensky e la Toscana crocevia della nuova normalità

E’ bastato dire stop dal prossimo primo aprile allo stato di emergenza Covid dichiarato a fine gennaio 2020 per annunciare il ritorno alla normalità. Ma di quale ritorno alla normalità si parla?  La normalità, se riferita al pre Covid 2020, è saltata. E c’è da prendere le misure in tempo reale a una nuova normalità. Di cui la Toscana si sta rivelando crocevia. Con Firenze a cui Zelensky dedica i suoi pensieri con i bollettini di guerra. E Pisa da cui l’Italia fa partire le armi per l’Ucraina. Una nuova normalità in cui ci troviamo catapultati dopo due anni di non normalità senza avere avuto il tempo di riprendere fiato per una nuova apnea. Una nuova normalità in cui Zelensky il 12 marzo si collega con Firenze che manifesta per la pace e fa la conta dei bambini ucraini morti, terribile pegno che ogni guerra deve pagare.

E il 22 marzo 2022 si collega con il Parlamento italiano riunito in seduta comune a Montecitorio ammonendo che i numeri delle piccole vittime non sono più quelli da lui riferiti a Firenze, ma sono aumentati da 79 a 117. E aumenteranno finché guerra ci sarà. Una nuova normalità di un’Italia in guerra. Un’Italia che invia armi in Ucraina, ma non dice quali armi e da dove partono. Sappiamo che partono da Pisa e quali sono solo perché qualcuno in fase di carico su un cargo lo rende noto. Una nuova normalità di un’Italia sul bordo dell’inflazione che cerca di fare lo slalom tra bollette stratosferiche e pane e pasta che costano sempre di più.

© Riproduzione riservata

spot_img

Editoriale

Firenze
nubi sparse
16.4 ° C
18.1 °
14.9 °
89 %
3.1kmh
40 %
Gio
19 °
Ven
19 °
Sab
19 °
Dom
23 °
Lun
23 °
spot_imgspot_img