25.3 C
Firenze
mercoledì 5 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
spot_img

Lucca, oltre 370mila euro di indebita percezione scoperti dalla Guardia di Finanza

Le violazioni più frequenti riguardano la comunicazione di un fatturato 2020 inferiore rispetto a quello realmente contabilizzato

LUCCA- I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Lucca hanno eseguito numerosi controlli di polizia economico finanziaria a presidio della spesa pubblica nazionale.Finalizzati, in particolare, a prevenzione e repressione delle frodi agli incentivi nazionali introdotti per fronteggiare l’emergenza sanitaria, riscontrando numerose irregolarità.

Nello specifico, a fronte di oltre 1milionecinquecentomila  euro di contributi controllati, sono state rilevate complessivamente 22 irregolarità e l’indebita percezione di oltre 370mila euro, con la denuncia di 19 soggetti per i reati di truffa, indebita percezione e falsità ideologica commessa da privato in atto pubblico. Per i quali resta ferma la presunzione di innocenza fino a sentenza irrevocabile che ne accerti la colpevolezza e che, senza averne diritto, avrebbero percepito contributi a fondo perduto erogati dall’Agenzia delle Entrate.

L’attività nel suo complesso si è focalizzata su alcuni soggetti, tenuto conto di specifici elementi connessi ai requisiti di accesso sintomatici di potenziali illiceità o distrazioni delle risorse conseguite (ad esempio, inesattezze dichiarative.

Particolare attenzione è stata rivolta, come detto, ai contributi a fondo perduto erogati dall’Agenzia delle Entrate a fronte di cali di fatturato per l’emergenza epidemica. Nella maggior parte dei casi scoperti, i beneficiari, per ottenere il contributo, hanno comunicato all’ufficio finanziario competente dati non veritieri. Le violazioni più frequenti riguardano la comunicazione di un fatturato 2020 inferiore rispetto a quello realmente contabilizzato, al solo scopo di aumentare artificiosamente il calo dei ricavi rispetto al 2019 e, quindi, ottenere un contributo maggiore rispetto al dovuto.

Nell’ambito dei controlli sui finanziamenti assistiti da garanzia, invece, il più delle volte le corrispondenti domande di ammissione all’agevolazione sono state presentate con autocertificazioni in difetto dei parametri richiesti dal Decreto Liquidità, ovvero le risorse sono risultate destinate a finalità diverse da quelle previste.

Le operazioni condotte dalla Guardia di Finanza testimoniano il costante presidio esercitato dal Corpo a tutela del bilancio dello Stato, degli enti locali e della collettività, affinché il pieno rispetto delle regole e il corretto impiego dei fondi pubblici aiuti concretamente la crescita produttiva e occupazionale e contribuisca, nell’attuale congiuntura economica, ad arginare l’impatto negativo della crisi conseguente all’emergenza pandemica.

© Riproduzione riservata

spot_img

Notizie correlate

Firenze
cielo sereno
25.3 ° C
27.8 °
22.6 °
63 %
1.5kmh
0 %
Mer
24 °
Gio
25 °
Ven
26 °
Sab
24 °
Dom
21 °