21 C
Firenze
venerdì 30 Settembre 2022
spot_img
spot_img
spot_img

Benvenuto piccolo Mustafa. La Toscana ti abbraccia, Siena è la tua nuova casa

Una nuova vita per la famiglia siriana grazie alla foto di Mehmet Aslan vincitrice del Siena International Photo Awards che ha dato il via alla gara di solidarietà

SIENA – La gioia e la felicità del piccolo Mustafa che saluta e manda i bacini in braccio a papà Munzir all’arrivo a Fiumicino commuovono il mondo. Adesso per il piccolo Mustafa, il padre, tutta la famiglia siriana El Nezzel, con la mamma e le sorelline, la nuova vita a Siena, la loro nuova casa. Grazie a ‘Hardship of life’, quella foto dall’impatto emotivo devastante proprio per la gioia della speranza che Mustafa e Munzir esprimono nell’orrore della guerra in Siria. ll padre Munzir mutilato, con una stampella al posto della gamba persa in un bombardamento, solleva verso il cielo il figlio, nato senza gambe e braccia a causa di un attacco chimico che ha coinvolto la mamma quando era in attesa di Mustafa. Il sorriso tra padre e figlio. Una foto vincitrice del Sipa, Siena International Photo Awards 2021, autore Mehmet Aslan, che ha fatto il giro del mondo e ha reso possibile il lungo e complesso percorso di cure che darà loro una nuova vita con l’intervento per le protesi al centro di Budrio, Bologna. Da quella foto è partita la catena di solidarietà promossa da Sipa che ha permesso alla famiglia di essere oggi a Siena. L’orgoglio commosso di Luca Venturi, fondatore e direttore artistico del Siena International Photo Awards, che ha accolto la famiglia siriana a Fiumicino: “E’ un sogno che si avvera, è un sogno in cui credevamo, ci siamo buttati in questa vicenda con la raccolta fondi anche un po’ titubanti poi abbiamo deciso di gettare il cuore oltre l’ostacolo e di iniziare questo percorso e il sogno, quando diventa realtà è qualcosa che, in un caso come questo, è indescrivibile”. La raccolta fondi per tutte le cure e gli interventi medici ha toccato i 100mila euro.

ll saluto di Siena con il sindaco Luigi De Mossi: “Il Comune di Siena, co-organizzatore del Sipa, è stato in prima fila in questa bella storia di solidarietà, a dimostrazione ancora una volta del senso civico della nostra comunità. Per entrambi, padre e figlio, ci sarà la speranza di tornare a nuova vita. “Nei prossimi giorni compatibilmente con le norme sanitarie vigenti e con i percorsi di cure previsti, avremo il piacere di incontrare ufficialmente Munzir e Mustafa assieme a Luca Venturi. Ringrazio tutti gli attori, istituzionali e non, che hanno fattivamente contribuito affinché si concretizzasse questa questa favola e che altrettanto fattivamente contribuiranno per il loro percorso di cure”.  A Siena la famiglia El Nezzel è accolta in un appartamento messo a disposizione dalla Caritas dell’Arcidiocesi di Siena-Colle di Val D’Elsa-Montalcino. Le parole del cardinale Augusto Paolo Lojudice, arcivescovo di Siena, Colle di Val d’Elsa Montalcino: “Ci auguriamo che sia una bella esperienza, soprattutto un’occasione che possiamo dare a questo nucleo familiare di superare una grave difficoltà. Una condivisione, una esperienza come altre di accoglienza che veramente vorremmo portasse al bene di loro e di tutte le persone che incontriamo”.

 

 

© Riproduzione riservata

spot_img

Notizie correlate

Firenze
nubi sparse
21 ° C
21.8 °
18.8 °
77 %
4.6kmh
40 %
Gio
21 °
Ven
19 °
Sab
20 °
Dom
23 °
Lun
24 °