21 C
Firenze
venerdì 30 Settembre 2022
spot_img
spot_img
spot_img

Sei anni senza Giulio Regeni, Prato si illumina di giallo in nome di verità e giustizia

Alle 19.41, ora dell'ultimo sms di Regeni, in tutti i Comuni della Provincia le iniziative in memoria del giovane ricercatore torturato e ucciso in Egitto

PRATO – Il 25 gennaio di sei anni fa si persero le tracce di Giulio Regeni, 28 anni, il ricercatore friulano che al Cairo in Egitto stava svolgendo un dottorando per l’università di Cambridge. Alle 19.41 l’ultimo sms di Giulio alla fidanzata, poi il silenzio. Giulio verrà ritrovato pochi giorni dopo torturato e ucciso. Alle 19.41 di martedì 25 gennaio Prato si illumina di giallo in memoria di Giulio Regeni. Per chiedere il Comune di Prato, sindaco Matteo Biffoni, assessore alla memoria Ilaria Santi, come ogni anno verità e giustizia, perchè mai si spengano le luci su questo omicidio. Alle 19,41 Palazzo Pretorio, in piazza del Comune, si illumina di giallo, l’illuminazione verrà ripetuta tutta la settimana. E in piazza del Comune viene scattata una foto con un cartello con scritto #veritàegiustiziapergiulio. La foto sarà condivisa sulla pagina  Verità per Giulio Regeni. In piazza Duomo e in piazza del Comune sono stati allestiti due totem che riportano la scritta presente sulla panchina gialla dedicata a Giulio che si trova a Santa Lucia: ‘A Giulio Regeni, nato a Trieste il 15 gennaio 1988, ricercatore italiano per l’Università di Cambridge. Rapito a Il Cairo il 25 gennaio 2016. Torturato e poi ucciso. Il suo corpo è stato ritrovato il 3 febbraio 2016’. Anche i monumenti degli altri sei comuni della Provincia si illuminano, affissi striscioni e foto in luoghi simbolo nel ricordo di Giulio. A Poggio a Caiano illuminate di giallo le Scuderie Medicee, a Carmignano il Palazzo Comunale, a Vaiano il Palazzo Comunale, a Cantagallo la Rocca Cerbaia, a Vernio lo Scalone dell’oratorio di San Niccolò e a Montemurlo il Palazzo Comunale e piazza della Libertà. Realizzato un volantino collage dei sette comuni della Provincia con foto dei sei anni trascorsi ricordando l’impegno di comuni e associazioni per chiedere verità e giustizia per Giulio e il volantino sarà pubblicato a partire dalla pagina di VeritàperGiulio, su tutti i social delle amministrazioni e della associazioni coinvolte.

Il 24 gennaio 2022 il presidente del Consiglio Mario Draghi e il ministro della Giustizia Marta Cartabia hanno incontrato Paola e Claudio Regeni, genitori di Giulio e l’avvocato Alessandra Ballerini in modalità di videoconferenza. Al centro del colloquio le possibili iniziative per dare seguito, nel modo più efficace, all’ordinanza del Gup giudice dell’udienza preliminare di Roma. Per Giulio Regeni da subito la campagna di Amnesty Interenational con lo striscione giallo ‘Verità per Giulio Regeni’ che ha fatto il giro del mondo, diventando la richiesta di tanti Comuni italiani, università, luoghi  di cultura.

© Riproduzione riservata

spot_img

Notizie correlate

Firenze
nubi sparse
21 ° C
21.8 °
18.8 °
77 %
4.6kmh
40 %
Gio
21 °
Ven
19 °
Sab
20 °
Dom
23 °
Lun
24 °