fbpx
17.1 C
Firenze
martedì 21 Maggio 2024
Segnala a Zazoom - Blog Directory
spot_img

Proiettili a direttore ‘Il Tirreno’ e sindaco Castelfiorentino

Getting your Trinity Audio player ready...

Una busta con all’interno un proiettile e minacce ai magistrati con riferimenti alla vicenda giudiziario dell’anarchico Alfredo Cospito è stata recapitata a Luciano Tancredi, direttore del quotidiano Il Tirreno.

Busta con all’interno un proiettile, cartuccia calibro 12, anche per Alessio Falorni, sindaco di Castelfiorentino.

Per Tancredi la busta con proiettile è arrivata a Livorno, nella sede del quotidiano.

Per Falorni, è lui stesso a informare sul suo profilo Fb, nella cassetta della posta del padre.

Nella busta con proiettile indirizzata a Luciano Tancredi anche un foglio a quadretti con o scritto a stampatello: “Se Alfredo Cospito muore i giudici sono tutti obiettivi. Due mesi senza cibo. Fuoco alle galere”. Il messaggio reca anche la firma, una A maiuscola.

 

Minacce e proiettile inviati al direttore de Il Tirreno

Il proiettile, la busta e la lettera sono stati sequestrati dalla Polizia di Livorno che ha aperto una inchiesta per ricostruire la provenienza del messaggio.

La notizia è stata diffusa dal giornale.

Per entrambi la solidarietà delle istituzioni e del mondo politico.

Il sindaco Alessio Falorni, nel sottolineare di aver presentato denuncia ai Carabinieri, scrive sul suo profilo Fb: “Mi è stata recapitata, attraverso la cassetta delle lettere di mio padre, la busta contenente una cartuccia calibro 12. La busta è attualmente nelle mani delle Forze dell’Ordine, e la vicenda già segnalata alla Prefettura (e quindi al Viminale). Non è mia intenzione fare la vittima; alla fine, non è una situazione del tutto speciale per un sindaco: non avete idea di quanti colleghi in Italia subiscono minacce simili, e anche di peggio. Dovremmo piuttosto ricordarcene in ogni occasione in cui capita di produrre pensieri qualunquisti sulla politica e su chi se ne occupa. Diciamo che è un rischio che si mette in conto, quando si amministra la cosa pubblica, ed è anche, senza tanti infingimenti, una delle cose per cui non è che ci sia tutta questa corsa a fare il sindaco, ultimamente. Quindi, bene che queste cose si sappiano”.

Poi Falorni: “Per quanto mi riguarda, non sono un uomo infallibile e ho senz’altro tanti difetti. Ma ho un’idea piuttosto precisa di chi sono, come persona. Sono nipote di un partigiano, che si è iscritto al Pci in clandestinità e portava la propaganda partigiana in giro in bici all’epoca in cui fare questo significava farsi fucilare. I valori della politica e della cosa pubblica mi sono stati insegnati fin da piccolo dalla mia famiglia. Non ho mai rubato un euro, nella mia vita, e so per certo che non lo farò mai. Cerco di svolgere il mio ruolo di sindaco al meglio delle mie capacità, e sempre con piena coscienza e responsabilità di quello che faccio, privata e pubblica. È il motivo per cui non ho alcun problema a guardare l’immagine che lo specchio mi rimanda ogni mattina, e a dormire la notte. Le preoccupazioni che un gesto come questo può suscitare ci sono, indubbiamente, ma sono più rivolte ai miei cari piuttosto che a me. Se qualcuno pensa di avere un qualsiasi effetto, in questo modo, sulle mie decisioni, e nel farsi le proprie ragioni, rispetto a qualsivoglia argomento, penso abbia gravemente sbagliato valutazione. Un buon lavoro agli inquirenti. Il mio continuerà senz’altro esattamente come sempre”.

Antonio Mazzeo, presidente Consiglio regionale Toscana: “Atti gravi, da non sottovalutare e condannare con fermezza che sono certo non influenzeranno l’operato del direttore Luciano Tancredi e di tutti i professionisti del Il Tirreno e l’impegno del sindaco Alessio Falorni. A tutti loro va, immediata, la solidarietà mia e di tutto il Consiglio regionale”.

Il presidente ha chiamato al telefono entrambi per esprimere a voce la “vicinanza di tutta l’Assemblea legislativa. Un sindaco e un direttore di giornale minacciati sono la dimostrazione che non possiamo abbassare l’attenzione di fronte a questi atti. Non c’è e non ci dovrà mai essere spazio per la violenza in Toscana”.

© Riproduzione riservata

spot_img
Firenze
pioggia leggera
17.1 ° C
18.5 °
15.8 °
93 %
2.2kmh
75 %
Mar
20 °
Mer
21 °
Gio
22 °
Ven
25 °
Sab
21 °

SEGUICI SUI SOCIAL

VIDEO NEWS