15.8 C
Firenze
domenica 24 Settembre 2023
spot_img

Quirinale, il quorum si abbassa. Quarto scrutinio nel Giorno della Memoria

Quirinale, cambia il quorum. Con il quarto scrutinio da giovedì 27 gennaio per l’elezione del successore di Mattarella basta la maggioranza assoluta, corrispondente a 505 voti. Mentre nei primi tre scrutini nel Parlamento in seduta comune presieduto dal presidente della Camera Roberto Fico era necessaria la maggioranza qualificata, pari a due terzi dei grandi elettori. Dopo tre scrutini all’insegna della scheda bianca, vediamo se la notte ha portato consiglio. E’ un quarto scrutinio nel Giorno della Memoria. Prima della votazione il presidente del Senato Maria Elisabetta Casellati e il presidente della Camera dei Deputati Roberto Fico depongono una corona di fiori in Largo 16 ottobre 1943, luogo simbolo della deportazione degli ebrei romani verso i campi di sterminio. Dopo un terzo scrutinio che ha visto Mattarella il più votato, c’è molto attesa sul voto del 27 gennaio. Proprio in quanto quarto scrutinio legato a un abbassamento del quorum. Al quarto scrutinio nel 2015 venne eletto Mattarella. Al quarto scrutinio vennero eletti Luigi Einaudi nel 1948, Giovanni Gronchi nel 1955, Giorgio Napolitano nel 2006. Vediamo se al quarto scrutinio viene eletto anche il presidente anche nel 2022.

Una votazione del successore di Mattarella, ricordiamo, atipica rispetto alle precedenti perchè in tempo di Covid. I grandi elettori Covid positivi non votano dalla loro quarantena con voto elettronico, come avvenuto in Parlamento Europeo per eleggere il successore di Sassoli. Ma, grazie a un decreto legge ad hoc che permette loro di raggiungere Roma senza che questo costituisca violazione di quarantena, votano in una sorta di drive in esterno a Montecitorio. Tra loro anche il deputato toscano Manfredi Potenti, Lega Salvini Premier, avvocato livornese di Castiglioncello. Vittorio Sgarbi in tv a ‘Zona Bianca’, il programma di Rete 4 condotto da Giuseppe Brindisi, lo ha citato evidenziando lo ‘scafandro’ indossato dall’operatore sanitario per ricevere il voto dai grandi elettori positivi all’interno di auto o ambulanza. Potenti via Fb commenta: “Un diritto, il voto dei positivi, frutto, addirittura, di un apposito decreto legge, ma anche della paura. In realtà, è una disavventura che non è solo mia, ma di milioni di persone che, paradosso, vivono nelle mille restrizioni frutto del timore per il Covid”.

 

© Riproduzione riservata

spot_img

Notizie correlate

Firenze
cielo sereno
15.8 ° C
18.5 °
11.9 °
74 %
1.5kmh
0 %
Dom
24 °
Lun
25 °
Mar
28 °
Mer
28 °
Gio
19 °

Ultimi articoli

Resta Connesso

23,606FansLike
7,615FollowersFollow
471FollowersFollow
spot_img