21 C
Firenze
venerdì 30 Settembre 2022
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

Politiche, fiction centrosinistra. Conte chiude a Letta. Centrodestra applaude

E’ una vera e propria fiction quella che si sta girando a centrosinistra.

Un vero e proprio show.

Quasi un Muppet show, senza offesa per i simpatici pupazzi cult, visto che Renzi di Rignano oggi paragona l’azione politica del pisano Letta a un asino, “Enrico Letta poteva fare o l’agenda Draghi, e allora doveva andare da noi, ad Azione, fino al Pd, ma ha scelto di dire di no perché ce l’ha con me per vicende personali; oppure poteva fare una cosa diversa, che io non avrei condiviso, l’alleanza di tutti contro la destra e a quel punto doveva parlare con i Cinque Stelle. Finisce come l’asino di Buridano, che non sapendo dove girarsi muore di fame. Il Pd ha scelto una strada di non scelta”.

Fiction in cui il centrodestra sta comodamente seduto in platea ad applaudire.

E in cui Letta, oltre che da Calenda, la porta in faccia, in questo show tra ex premier, la prende anche dal leader M5S Giuseppe Conte.

Che subito dopo il divorzio da Calenda si rivolge a Letta: “A questo punto a Enrico rivolgo un consiglio non richiesto: offri pure i collegi che si sono liberati a Di Maio, Tabacci e agli altri alleati. Ti saluto con cordialità e senza nessuna acrimonia”.

Una fiction in cui Carlo Calenda ha voluto ritagliarsi il ruolo di protagonista. Senza avere doti di grande attore, come si è visto da Lucia Annunziata nei panni di un addolorato partner causa/vittima di divorzio.

E lui lo sa.

Calenda ha il dna del grande cinema. Suo nonno è Luigi Comencini, tra i registi che hanno scritto la storia del cinema italiano. Sua madre è Cristina Comencini, scrittrice, sceneggiatrice e regista. ‘La bestia nel cuore’, film da lei diretto tratto da un suo libro, ha fatto parte di una cinquina finalista degli Oscar.

Carlo Calenda nel 1984 fu bimbetto protagonista  del ‘Cuore’ di De Amicis girato da nonno Comencini. E lì finì la sua prova attoriale.

Più a suo agio, lui che ama il palcoscenico di Twitter, nella grande fiction di questa politica che ogni giorno vede una nuova puntata.

E in cui sembra ormai prossima la puntata in cui il ciak si gira vedrà sotto i riflettori il suo matrimonio con Renzi, showman nato che dichiara: “Il teatrino delle alleanze non ci sfiora, noi vogliamo fare politica con entusiasmo e libertà”.

Vanificando gli sforzi del presidente della Regione Toscana Giani che ci ha messo del suo affinché il matrimonio di Renzi fosse col Pd.

A meno che la sua naturale autostima, quella di Calenda, non lo spinga a credersi forte nei consensi a prescindere dagli altri.

Intanto Calenda si è già preso di fascista da Bonelli, Europa Verde, fresco con Fratoianni di quell’accordo col Pd che ha portato Calenda al divorzio da Letta.

Anticipando Bonelli quelli che si preannunciano essere i grandi temi del Pd anche di questa campagna elettorale: dare del fascista a chi è più o meno altro dal Pd.

Il centrodestra intanto applaude e se la ride. 

Matteo Salvini, leader Lega Salvini Premier: “Mentre Calenda, Renzi, Letta, Di Maio e Speranza giocano e litigano, noi lavoriamo con la nostra squadra su come abbassare le tasse e aiutare famiglie e imprese”.

Giorgia Meloni, leader FdI: “Calenda ci ha ripensato e non si sposa più con Letta, forse scappa con Renzi. Letta mollato sull’altare pensa ora al suo vecchio amore, mai dimenticato, Conte. Il gran finale di stagione tra 7 giorni, quando scadrà il termine per la presentazione delle alleanze. Nel frattempo, nel mondo reale famiglie e imprese lottano contro crisi economica e caro vita“.

Berlusconi, leader Forza Italia: “Patti, fronti, alleanze innaturali. Da parte delle sinistre vedo i prodromi di una campagna solo di denigrazione dell’avversario. Non riescono a dire nulla sul loro programma. Forse perché sono in disaccordo su tutto. Da parte nostra invece parliamo di contenuti, del nostro progetto per far ripartire l’Italia. E lo facciamo con un linguaggio sereno e rispettoso”.

 

© Riproduzione riservata

spot_img

Editoriale

Firenze
nubi sparse
21 ° C
21.8 °
18.8 °
77 %
4.6kmh
40 %
Gio
21 °
Ven
19 °
Sab
20 °
Dom
23 °
Lun
24 °
spot_imgspot_img