fbpx
23.4 C
Firenze
domenica 26 Maggio 2024
Segnala a Zazoom - Blog Directory
spot_img

Piscine private a uso pubblico, cambia la legge in Toscana

Unanimità del Consiglio regionale. Svuotamento totale obbligatorio passa da uno a tre anni. Necessità salvaguardare risorsa idrica. Confagricoltura: "Passo avanti verso turismo sostenibile'

Getting your Trinity Audio player ready...

Piscine private a uso pubblico, cambia la legge in Toscana

Piscine private a uso pubblico, l’Aula del Consiglio regionale dell Toscana ha approvato all’unanimità, con i voti favorevoli di Partito Democratico, Italia Viva, Fratelli d’Italia, Movimento 5 Stelle e Gruppo Misto–Merito e Lealtà la nuova legge regionale recante disposizioni in materia di requisiti igienico sanitari delle piscine ad uso natatorio, (modifiche alla legge regionale 8 del 2006). Testo che è stato oggetto di emendamenti in commissione sanità, che ha licenziato la proposta di legge con voto unanime.

L’atto normativo nasce per consentire la possibilità di procedere allo svuotamento delle piscine private a uso collettivo almeno una volta ogni tre anni. Lo svuotamento, che finora era obbligatorio almeno una volta l’anno, “si considera non necessario, qualora siano rispettati i parametri a garanzia dell’igiene delle piscine e della sicurezza per la salute degli utenti. Con le attuali tecnologie, è possibile attuare procedure di autocontrollo e mettere in atto accorgimenti tecnici che consentono la pulizia delle pareti della vasca anche senza lo svuotamento totale”. L’esigenza è imposta dalla necessità di salvaguardare il più possibile la risorsa idrica, evitando al massimo gli sprechi, considerati i lunghi e frequenti periodi di siccità degli ultimi anni.

Il provvedimento è riservato alle piscine private a uso collettivo, quelle “inserite in strutture adibite, in via principale, ad altre attività ricettive come alberghi, campeggi, strutture agrituristiche e simili, nonché quelle al servizio di collettività, palestre o simili, accessibili ai soli ospiti, clienti, soci della struttura stessa e agli utenti delle relative attività aperte al pubblico da essa esercitate”.

L’Accordo Stato-Regioni, spiega il Consiglio regionale della Toscana, prevede per queste piscine – la possibilità per le Regioni di individuare peculiari modalità applicative delle disposizioni, nel rispetto delle esigenze di sicurezza e di igiene, nonché di sanità pubblica.

Confagricoltura Toscana col presidente Marco Neri: “Il Consiglio Regionale ha approvato la proposta che fa slittare l’obbligo di svuotamento dell’acqua delle piscine a ogni tre anni e non ogni anno. Un altro passo dei nostri agriturismi verso il turismo sostenibile. Chiaramente l’acqua delle piscine resterà pulita, 15 giorni prima dell’apertura al pubblico dovrà essere controllata. Per gli agriturismi toscani l’esperienza dell’ospite, strettamente legata alla natura, è una priorità. Quello che cambia è un’enorme riduzione degli sprechi idrici e dei costi derivanti, mantenendo comunque gli standard igienici dettati dalla legge”.

Nel marzo scorso il via libera della giunta regionale alla proposta di legge per la modifica della norma in materia di requisiti igienico-sanitari delle piscine private ad uso pubblico.  “Un’innovazione necessaria alla luce degli effetti del cambiamento climatico e ai sempre più frequenti periodi di siccità, che impongono di salvaguardare il più possibile la risorsa idrica, nonché tenuto conto dei progressi tecnologici che negli anni si sono succeduti e che oggi permettono un monitoraggio costante dei livelli igienici e sanitari delle acque delle piscine”.

La nuova norma, proposta dall’assessore al diritto alla salute Simone Bezzini, tiene  conto dell’evoluzione dei fattori ambientali e tecnologici e introduce la possibilità di derogare all’obbligo dello svuotamento completo annuale, qualora nell’ambito delle attività di autocontrollo che svolgono le imprese sia assicurato il rispetto dei parametri a garanzia dell’igiene delle piscine e della sicurezza per la salute degli utenti. 

Per attestare la sicurezza delle acque sarà sufficiente dimostrare che gli esiti delle analisi, che dovranno essere effettuale almeno quindici giorni prima dell’apertura della piscina, rispondano ai parametri previsti dal regolamento regionale. Tuttavia le vasche dovranno comunque essere completamente svuotate almeno una volta ogni tre anni.

 

© Riproduzione riservata

spot_img
Firenze
cielo sereno
23.4 ° C
24.2 °
20.5 °
46 %
4.6kmh
0 %
Dom
24 °
Lun
27 °
Mar
25 °
Mer
27 °
Gio
23 °

SEGUICI SUI SOCIAL

VIDEO NEWS