fbpx
23.5 C
Firenze
domenica 16 Giugno 2024
Segnala a Zazoom - Blog Directory
spot_img

Terremoto amministrative Siena e Massa, nel centrodestra comanda FdI. Gli altri zitti e buoni

logo corriere toscano
Getting your Trinity Audio player ready...

Terremoto amministrative Siena e Massa, nel centrodestra comanda FdI. Gli altri zitti e buoni.

Fratelli d’Italia ha messo molto ben in chiaro a Massa e Siena chi decide cosa nella coalizione con Lega Salvini e Forza Italia.

Due terremoti politici in Toscana a poco più di due mesi dalle amministrative.

Scossoni autorevoli e autoritari ben assestati da Fratelli d’Italia nella coalizione di centrodestra a Massa e Siena.

A Massa sfiduciando il sindaco di centrodestra Persiani.

A Siena scaricando il candidato sindaco di centrodestra Montomoli, reo di essere massone, questa la motivazione dichiarata da FdI.

Sostituendolo in corsa con Nicoletta Fabio.

A Massa, con il voto FdI alla mozione di sfiducia targata Pd, il primo partito in Italia guidato dalla premier Meloni ha sfiduciato il sindaco Francesco Persiani.

Primo sindaco di centrodestra di Massa, ora non più sindaco.

Con Massa ora amministrata da commissaria prefettizia.

Lega Salvini, dopo aver invocato col deputato toscano Barabotti un intervento nazionale per evitare la sfiducia FdI e conseguente frattura nel centrodestra, continua a dichiarare fedeltà a Persiani.

Pubblicando via social, con l’europarlamentare Ceccardi, foto di abbracci con Persiani.

Forza Italia idem.

Il centrodestra spaccato a Massa va ad elezioni il 14 e 15 maggio con due candidati sindaci.

Fratelli d’Italia candida sindaco, come prevedibile, Marco Guidi, coordinatore provinciale FdI, assessore in giunta Persiani.

Lega e Forza Italia candidano lo sfiduciato Persiani.

C’è da domandarsi come mai Persiani si sia tenuto stretto in giunta l’assessore Marco Guidi fino all’ultimo istante del Consiglio Comunale in cui è stato sfiduciato.

A Siena, accorgendosi all’improvviso di avere un candidato sindaco massone, e solo per l’outing del candidato sindaco stesso, Fratelli d’Italia ha tolto il sostegno al professor Emanuele Montomoli.

Il quale al momento, stando al suo profilo Fb, continua a rimanere candidato sindaco.

Non si sa sostenuto da chi perché, a differenza di Massa, Lega Salvini e Forza Italia zitte e buone per non creare un secondo caso Massa si sono allineate con Fratelli d’Italia mollando anch’esse Montomoli per il nuovo candidato sindaco Nicoletta Fabio.

Ora, che FdI si sia accorto all’improvviso di aver candidato un esponente massone è davvero singolare. Così come è singolare si presuppone se ne siano accorte all’improvviso Lega e Forza Italia, visto che anche loro dopo FdI hanno mollato Montomoli.

Non solo. A Siena un aut aut FdI pende sul sindaco di Siena uscente di centrodestra Luigi De Mossi, che si è tirato fuori dalla mischia per il secondo mandato e che più o meno in contemporanea con il caso Montomoli ha fatto un cambio in giunta per l’assessore con delega al bilancio.  FdI invita, si fa per dire, De Mossi a ripensarci, altrimenti, si legge in fondo a un comunicato nemmeno troppo tra le righe, potrebbe ripetersi un secondo caso Massa con sfiducia a De Mossi e commissariamento di Siena.

 

© Riproduzione riservata

spot_img

Editoriale

Firenze
nubi sparse
23.5 ° C
26 °
21 °
64 %
2.6kmh
40 %
Dom
27 °
Lun
30 °
Mar
34 °
Mer
35 °
Gio
40 °

Ultimi articoli

SEGUICI SUI SOCIAL

VIDEO NEWS