fbpx
10.3 C
Firenze
martedì 23 Aprile 2024
Segnala a Zazoom - Blog Directory
spot_img

Sassuolo-Empoli, Nicola: “Avversaria di qualità. Serve maturità”

Sfida a fondo classifica con punti salvezza. Dionisi: "Partita importante ma non decisiva". Dirige Aureliano di Bologna

Getting your Trinity Audio player ready...

EMPOLI – Sassuolo-Empoli, Nicola: “Avversaria di qualità. Serve maturità”.

Sassuolo-Empoli sabato 24 febbraio alle ore 15 al Mapei Stadium-Città del Tricolore di Reggio Emilia.

Sassuolo-Empoli partita valida per la 26esima giornata di serie A diretta da Gianluca Aureliano di Bologna. Fabiano Preti di Mantova e Valerio Vecchi di Lamezia Terme gli assistenti. Kevin Bonacina il Quarto Ufficiale. Marco Serra di Torino il Var e Maurizio Mariani di Aprilia l’Avar.

Empoli di Davide Nicola a quota 21 punti reduce dal pari con la Fiorentina, 1-1 con rigore realizzato da Niang. A disposizione dopo l’incidente stradale nei giorni scorsi.

Sassuolo di Alessio Dionisi a quota 20 punti reduce dal ko 3-0 con Atalanta.

Alessio Dionisi: “Dobbiamo essere consapevoli del momento ma convinti perché stiamo parlando di una partita di calcio importante, non è decisiva, ma è molto molto molto importante. È uno scontro diretto, ne siamo consapevoli, della classifica e del momento, e siamo consapevoli che la squadra c’è e il primo tempo con l’Atalanta lo dimostra. Non dobbiamo dimenticarci poi che abbiamo ancora una partita da recuperare, difficile, ma ancora da giocare e quella di domani è importante perché è la prima e perché è uno scontro diretto. La squadra ha risposto bene in settimana e nelle prestazioni, dobbiamo perseverare. Io vedo una squadra che vuole fare e dobbiamo rimanere nella gara, potremmo avere tensione ma non ci deve essere, dobbiamo fare la miglior partita per le nostre qualità”.

Davide Nicola: “Il Sassuolo è una squadra di qualità, sono abili a costruire e a conquistare gli spazi, è una squadra che cambia molto gioco e ti porta costantemente nel due contro uno. Hanno tre-quattro strategie che applicano molto bene. Abbiamo cercato di conoscerli per costruire la nostra fase offensiva e capire cosa fare. Per chi è in un percorso come il nostro ogni partita è una opportunità per crescere. Per noi la gara più importante è sempre quella che dobbiamo giocare. Dovremo essere molto bravi a ragionare da squadra in entrambe le fasi. Ogni avversario ha delle qualità ma anche delle debolezze, e sulle abbiamo cercato di lavorare. Servirà maturità per le prossime due gare con Sassuolo e Cagliari? Noi non basiamo il nostro lavoro su questo, sottrarremmo delle energie a ciò che ci aspetta adesso. Chiaramente più avanti vai e più le partite diminuiscono ed assumono un valore diverso ma è anche vero che se siamo qui è perché abbiamo fatto questo tipo di ragionamento. A noi interessa solo oggi e poi domani. Se sono soddisfatto della capacità della squadra di stare in partita? Sì, ma non sono mai soddisfatto del tutto e lo trasferisco ai ragazzi. Ogni partita ha degli eventi, tu ti puoi preparare ma non puoi prevedere tutto. Noi lo sappiamo che questo fa parte di un processo di crescita e di lavoro. Per noi è basilare rimanere dentro la partita per gli eventi in sé, gli episodi possono cambiare la gara ma tu devi avere la capacità di distaccarti emotivamente da questo. C’è sempre la possibilità di trovare, attraverso le trame di gioco, un episodio favorevole”.

“Settimana post derby? Il derby è stata un’opportunità di crescita che ci siamo portati dietro anche questa settimana. Io mi fido completamente dei ragazzi perché vedo che vogliono migliorare. Cos’ha di più l’Empoli rispetto alle altre concorrenti in questo momento? Il mio Empoli deve avere caratteristiche precise, di organizzazione e mentalità. Ci siamo trovati in linea con la mentalità che già c’era data anche dall’ambiente. Io scopro i ragazzi giorno per giorno e non guardo quello che hanno gli altri, perché sono assorbito da quest’avventura, che mi piace perché vedo l’atteggiamento di chi vuol costruire qualcosa di importante. Se dobbiamo temere il troppo entusiasmo? Per me l’entusiasmo è piacevole, lo desidero, perché l’aiuto della gente è un valore aggiunto. Nel derby il clima è stato piacevolmente intenso. Il mio entusiasmo è sempre al massimo. L’Empoli deve credere in quello che fa, è l’unica arma che abbiamo. Il modulo? Il sistema di gioco è figlio di molte situazioni, i principi rimangono gli stessi. Di fondamentale c’è solo l’atteggiamento di squadra che stiamo dimostrando in campo in ogni singola gara e che dovremo avere da qui alla fine”.

© Riproduzione riservata

spot_img

Notizie correlate

Firenze
pioggia moderata
10.3 ° C
11.7 °
9 °
86 %
4.6kmh
75 %
Mar
10 °
Mer
14 °
Gio
17 °
Ven
18 °
Sab
19 °

Ultimi articoli

SEGUICI SUI SOCIAL

VIDEO NEWS

Video news