fbpx
16.1 C
Firenze
giovedì 29 Febbraio 2024
spot_img

Giorno del Ricordo, a pezzi targa in memoria vittime Foibe a Firenze

Era stata ripristinata da pochi giorni dopo precedente atto vandalico. Assessora Giuliani: "I vandali non ci fermeranno. E non avranno l'ultima parola". Telecamere videosorveglianza. Indagini Digos

FIRENZE – Giorno del Ricordo, a pezzi targa in memoria vittime Foibe a Firenze.

Giorno del Ricordo, vandalizzata la targa in memoria delle vittime delle Foibe a Firenze, nella piazza dedicata ai martiri dell’Istria e della Venezia Giulia, vicino alla Fortezza da Basso.

Targa a pezzi nel Giorno del Ricordo sabato 10 febbraio.

La targa era stata ripristinata pochi giorni fa, dopo un precedente atto vandalismo.

Indagini della Polizia e della Digos per individuare i colpevoli. Acquisite immagini telecamere di videosorveglianza.

 

Giorno del Ricordo, a pezzi targa in memoria vittime Foibe a Firenze
Giorno del Ricordo, a pezzi targa in memoria vittime Foibe a Firenze (Foto sito web Comune di Firenze)

Maria Federica Giuliani, assessora cultura della memoria e alla toponomastica Comune di Firenze: “I vandali non ci fermeranno. E non avranno l’ultima parola. Un gesto vile. Purtroppo c’è ancora qualcuno, senza testa né memoria, che continua a negare questa pagina così drammatica della nostra storia. Un atto vergognoso con il quale si vuole colpire il ricordo delle vittime e offendere tutti i fiorentini. Ci auguriamo che i filmati delle telecamere permettano alle forze dell’ordine di individuare quanto prima i responsabili. I nostri tecnici sono al lavoro per rispristinare prima possibile la targa. La memoria va tutelata e salvaguardata e non mancheremo di farlo come abbiamo sempre fatto ogni anno”.

Antonio Mazzeo, presidente Consiglio regionale della Toscana: “Un gesto inaccettabile, che respingiamo con forza e che ci convince sempre di più sulla necessità di celebrare la Giornata del Ricordo e ricordare i martiri delle Foibe e il dolore delle migliaia e migliaia di esuli dalla Dalmazia e dall’Istria. Ricordare quella tragedia è un dovere che riguarda tutti, al di là della propria collocazione politica. Perché è una tragedia che ha toccato cittadini italiani nel quadro di una vicenda storica complessa, che non può essere ignorata e che dobbiamo sempre tenere presente. Spero che i responsabili vengano individuati presto, perché in Toscana non c’è e non ci sarà mai spazio per l’odio”.

 

La targa era stata nuovamente installata pochi giorni fa, a fine gennaio, dopo che era stata precedentemente oggetto di atto vandalico. Un nuovo palo con targa toponomastica bifacciale per indicare il largo Martiri delle Foibe, nei pressi della Fortezza da Basso.

L’assessora Giuliani l’aveva così presentata: “E’ proprio nel mezzo della piazzetta. Si tratta di una nuova sistemazione rispetto alla precedente, quella lungo il muro di Villa  Basilewsky. Ora la targa è meglio visibile, in modo da rispondere così ai ripetuti atti vandalici che si sono verificati. Atti vandalici che, oltre ad essere un oltraggio al ricordo, sono anche un inutile dispendio di risorse per la nostra amministrazione”.

E aveva aggiunto l’assessora Giuliani: “Speriamo abbia il rispetto che merita. Ribadiamo la nostra condanna per i gesti vandalici a targhe-simbolo come queste, la memoria va tutelata e salvaguardata e non mancheremo di farlo come ogni anno”.

© Riproduzione riservata

spot_img

Notizie correlate

Firenze
poche nuvole
16.1 ° C
17.7 °
14 °
68 %
7.7kmh
20 %
Gio
16 °
Ven
12 °
Sab
14 °
Dom
13 °
Lun
14 °

Ultimi articoli

24,178FansMi piace
7,615FollowerSegui
482FollowerSegui
spot_img