fbpx
24.4 C
Firenze
sabato 20 Luglio 2024
Segnala a Zazoom - Blog Directory
spot_img

Pd, decide Schlein. Con i neo capigruppo Boccia e Braga a diritto senza Bonaccini

logo corriere toscano
Getting your Trinity Audio player ready...

Pd, decide Schlein. Con i neo capigruppo Boccia e Braga a diritto senza Bonaccini.

Elly Schlein tira a diritto da sola per la sua strada. Quella che oggi 28 marzo alla Camera e al Senato ha eletto, entrambi per acclamazione, Francesco Boccia capogruppo Senato e Chiara Braga capogruppo Camera dei Deputati.

Decisione della segretaria dem senza Bonaccini. Il neo presidente Pd ha aspettato dalla neo segretaria dem, ex sua vice al governo Regione Emilia Romagna, un cenno, diciamo così, di condivisione. Che non è arrivato.

Francesco Boccia e Chiara Braga eletti oggi 28 marzo sono i nomi Elly Schlein.

Due esponenti di sua fiducia.

E adesso si gioca la partita per la segreteria.

Che invece dovrebbe tener conto dell’area del presidente Pd Bonaccini.

Due nomi, Boccia al Senato e Braga alla Camera, con cui la segretaria Pd con un avvicendamento dà un ultimo colpo di spugna al segretario uscente Letta.

Le uscenti Debora Serracchiani, Camera, e Simona Malpezzi, Senato, entrambe ringraziate per il loro “ottimo lavoro” da Schlein, erano state nominate da Letta con una motivazione ‘in quanto donne’ che aveva generato non poche polemiche in chi aveva lasciato loro il posto.

Schlein martedì 28 marzo al gruppo Pd Senato su Bonaccini: “Stiamo lavorando a un assetto complessivo ed equilibrato, rispettoso del pluralismo e dell’esito delle primarie. Per questa ragione ci stiamo sentendo spesso in queste ore anche con Stefano Bonaccini. Entro pochi giorni ho intenzione di chiudere gli assetti e tornare a costruire insieme alla nostra comunità democratica proposte politiche alternative alle destre e a parlare dei temi che riguardano la vita delle persone”.

Intanto gli ultimi sondaggi di Swg per il Tg La7 di Mentana vedono il Pd targato Schlein consolidare il 20,4% di una settimana fa, un dato percentuale di 5 punti superiore al dato che il Pd aveva prima delle primarie vinte da Schlein.

Fratelli d’Italia perde 0,7%, dal 30,3 al 29,6%.

Riprende uno 0,3% e sale al 15,6% il M5S di Conte che era sceso in parallelo alla crescita del Pd di Schlein.

La Lega cala da 8,5% a 8,0%.

Forza Italia sale da 6,3% al 6,4%.

Salgono Azione di Calenda e Italia Viva di Renzi da 7,7% a 8%.

© Riproduzione riservata

spot_img

Editoriale

Firenze
cielo sereno
24.4 ° C
25 °
23.3 °
83 %
2.1kmh
0 %
Sab
35 °
Dom
36 °
Lun
35 °
Mar
37 °
Mer
32 °

Ultimi articoli

SEGUICI SUI SOCIAL

VIDEO NEWS