fbpx
35.7 C
Firenze
giovedì 18 Luglio 2024
Segnala a Zazoom - Blog Directory
spot_img

Strangolata e poi impiccata: marito in caserma

Giusy Levacovich, 39 anni, trovata morta nel campo nomadi a Buggiano, provincia Pistoia. Il corpo della donna, madre di tre figli, appeso a un cappio. Ipotesi omicidio. Indagini carabinieri

Getting your Trinity Audio player ready...

BUGGIANO – Strangolata e poi impiccata: marito in caserma.

Sarebbe stata prima strangolata e poi impiccata. E’ ipotesi omicidio per la morte di Giusy Levacovich, 39 anni, madre di tre figli, trovata morta appesa a un cappio all’interno di un campo nomadi a Buggiano, provincia di Pistoia, dove viveva in una casetta prefabbricata.

Il compagno della donna, per ore introvabile, è stato interrogato tutta la notte in caserma dai Carabinieri, dove si è presentato nella serata di martedì 11 giugno.

Il corpo della donna è stato trovato appeso a un cappio. Apparentemente un suicidio. Gli investigatori, coordinati dalla procura, con il magistrato di turno che ha fatto il sopralluogo, non hanno escluso alcuna ipotesi, a partire dall’omicidio.

Dai primi accertamenti sarebbero emersi dei segni di strangolamento non compatibili con quelli provocati dalla corda che la donna aveva al collo.

A dare l’allarme al 118 sarebbe stato un parente della vittima martedì 11 giugno. Quando i carabinieri sono arrivati nel campo nomadi a Buggiano, il compagno di Giusy Levacovich risultava irreperibile e sono scattate immediatamente le ricerche. Poco prima delle 20 l’uomo ha raggiunto la caserma, dove è iniziato l’interrogatorio. L’uomo potrebbe essere accusato di omicidio.

© Riproduzione riservata

spot_img
Firenze
cielo sereno
35.7 ° C
36.8 °
33.1 °
36 %
3.1kmh
0 %
Gio
35 °
Ven
40 °
Sab
36 °
Dom
37 °
Lun
38 °

SEGUICI SUI SOCIAL

VIDEO NEWS