15.2 C
Firenze
mercoledì 5 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
spot_img

Politiche 2022, Pd: in Toscana dentro Enrico Rossi e Andrea Romano

Fuori Ceccanti e Lotti. Candidati Ceccarelli, Gianassi, Fossi, Parrini. Boldrini e Ascani paracadutate. L'ex ministro Lotti: "Scuse vigliacche"

Politiche 2022, nella lunga notte del Pd esclusioni eccellenti per le liste composte dal segretario pisano Enrico Letta che consegna la casacca dem al virologo star Andrea Crisanti. 

Fuori i toscani Luca Lotti di Empoli, ex ministro, ex fedelissimo di Renzi e Stefano Ceccanti di Pisa, professore costituzionalista La Sapienza, capogruppo uscente Commissione Affari Costituzionali.

Dentro Andrea Romano, deputato uscente di Livorno, Vincenzo Ceccarelli di Arezzo, consigliere Regione Toscana, il presidente uscente Regione Toscana Enrico Rossi di Bientina, l’assessore del Comune di Firenze Federico Gianassi.

Al sindaco dimissionario di Campi Bisenzio Emiliano Fossi il collegio di Scandicci.

Il senatore uscente di Vinci Dario Parrini ancora candidato per il Senato della Repubblica con la pistoiese senatrice uscente Caterina Bini.

All’alleato Fratoianni va il collegio di Pisa.

Candidatura per la segretaria regionale toscana Simona Bonafè.

Paracadutate in Toscana Laura Boldrini e la sottosegretaria Anna Ascani.

Enrico Rossi scrive stamani martedì 16 agosto via Fb: “La direzione del PD ha deciso di propormi la candidatura nel collegio uninominale della Camera di Grosseto e Siena. La notizia non è ancora ufficiale ma così mi è stato riferito e così posso leggere nell’elenco dei candidati che compare sui siti dei giornali. Accetterò con entusiasmo questa proposta. Si tratta di un collegio che non è sicuro e che tecnicamente viene definito contendibile, cioè in cui si può vincere o perdere”.

Il livornese Andrea Romano via social martedì 16 agosto: “Rappresentare nelle istituzioni della Repubblica un territorio e una comunità civile è l’onore più alto, e l’impegno più serio, per chiunque si dedichi alla politica. Per questo sono orgoglioso di essere il candidato alla Camera dei Deputati deciso dal Partito Democratico e dalla coalizione di centrosinistra per il collegio uninominale di Livorno e Piombino : il territorio e la comunità che ho rappresentato in Parlamento dal 2018, cercando di farmi interprete presso il Governo e le altre istituzioni dei tanti temi e problemi che l’attraversano”.

Polemiche feroci in casa Pd che riceve il no di Monica Cirinnà: “Mi hanno proposto un collegio elettorale perdente in due sondaggi. Resto nel partito, sono una donna di sinistra ma per fortuna ho altri lavori”. Ma poi, last minute, resta anche candidata per Roma.

Luca Lotti, deputato uscente e ministro sport col Governo Gentiloni non le manda a dire: “La scelta è politica, non si nasconda nessuno dietro a scuse vigliacche”.

© Riproduzione riservata

spot_img

Notizie correlate

Firenze
cielo sereno
15.2 ° C
18.8 °
13.5 °
85 %
1.5kmh
0 %
Mer
25 °
Gio
25 °
Ven
25 °
Sab
24 °
Dom
17 °