fbpx
18 C
Firenze
martedì 16 Aprile 2024
Segnala a Zazoom - Blog Directory
spot_img

Migranti a Siena, l’ex scuola di Montalbuccio diventa Cas

Delibera giunta Fabio. Affidamento edificio a Prefettura. Centro accoglienza straordinario cittadini immigrati senza fissa dimora. Emergenza pakistani. Assessore Papi: "Sicurezza e solidarietà"

Getting your Trinity Audio player ready...

SIENA – Migranti a Siena, l’ex scuola di Montalbuccio diventa Cas.

La giunta del Comune di Siena guidata dalla sindaca Nicoletta Fabio, centrodestra, ha deliberato giovedì 14 settembre l’affidamento dell’ex scuola elementare di Montalbuccio alla Prefettura di Siena. L’ex scuola diventa Cas, Centro accoglienza straordinaria, per cittadini immigrati senza fissa dimora.

La messa a disposizione della struttura avrà durata annuale e potrà essere revocata o prorogata in base agli accordi fra le parti.

La delibera di giunta su proposta dell’assessore ai servizi sociali Micaela Papi.

Micaela Papi: “Dopo mesi di misure temporanee, oggi diamo un volto più strutturato all’accoglienza dei migranti. Il problema dei tanti cittadini pakistani che arrivano a Siena non è risolto, ma questo è un ulteriore passo che va nella giusta direzione. Il Comune ha fatto, sta facendo e farà tutto il possibile per tamponare l’emergenza, mettendo a disposizione risorse straordinarie e cercando di garantire sicurezza, decoro e solidarietà“.

Lo scorso 27 giugno, evidenzia il Comune di Siena, l’amministrazione comunale in sinergia con Prefettura, Questura, Arcidiocesi e Caritas, “aveva approvato un piano d’azione per offrire una soluzione immediata ed urgente, anche se temporanea, al problema del gruppo di immigrati pakistani presenti all’interno del parcheggio ‘Il Duomo’.

Con il loro spostamento nell’ex scuola di Montalbuccio si intendeva, da un lato, rispondere alla richiesta di sicurezza e decoro dei cittadini senesi che a più riprese avevano manifestato il loro disagio. Dall’altro, garantire una sistemazione dignitosa e igienicamente sostenibile ai cittadini stranieri. A partire dal mese di luglio, quindi, attraverso ulteriori interventi dell’amministrazione comunale e grazie alla collaborazione con gli operatori del terzo settore, l’immobile di Montalbuccio è stato gestito come dormitorio straordinario. Con spese totalmente a carico del Comune”.

L’amministrazione comunale, prosegue il Comune di Siena, “attraverso l’operato dell’assessorato ai servizi sociali ha lavorato affinché l’ex scuola alla periferia di Siena diventasse luogo di una soluzione strutturale e coordinata con la Prefettura per la gestione dell’emergenza immigrati. A conclusione di questo percorso, oggi è stata deliberata la creazione di un centro di accoglienza a Montalbuccio. Contestualmente. Attivata una convenzione fra Comune e Prefettura, che consentirà all’amministrazione di non dover più sostenere le spese correlate alla gestione straordinaria del dormitorio”.

Con il Cas di Montalbuccio, diventeranno tre i centri di accoglienza per migranti a Siena situati nel territorio del Comune di Siena. Gli altri due sono già attivi in via Mascagni e via San Benedetto. Oltre a loro, sono adibite ad accoglienza altre cinque unità abitative dislocate in varie zone della città.

A fine agosto scorso la Prefettura di Siena ha presentato un progetto. Che prevede la trasformazione in Cas di due immobili confiscati alla mafia a Chiusi. Potranno  ospitare fino a 30 migranti richiedenti protezione internazionale.

© Riproduzione riservata

spot_img

Notizie correlate

Firenze
nubi sparse
18 ° C
18.9 °
16 °
58 %
4.1kmh
40 %
Mar
18 °
Mer
19 °
Gio
17 °
Ven
18 °
Sab
17 °

Ultimi articoli

SEGUICI SUI SOCIAL

VIDEO NEWS

Video news