fbpx
25.1 C
Firenze
martedì 25 Giugno 2024
Segnala a Zazoom - Blog Directory
spot_img

Terzo mandato sindaci, Biffoni scrive a parlamentari toscani

Matteo Biffoni, presidente Anci Toscana e sindaco di Prato: "Si proceda anche per i 730 Comuni sopra 15mila abitanti. Italia unico Paese europeo con limite due mandati"

Getting your Trinity Audio player ready...

Terzo mandato sindaci, Biffoni scrive a parlamentari toscani

Matteo Biffoni, presidente di Anci Toscana, ha inviato una lettera ai parlamentari toscani, per sollecitare il loro impegno sul tema dei mandati dei sindaci. Con l’obiettivo di cancellare il divieto di essere eletti per la terza volta anche nei Comuni oltre i 15mila abitanti.

Dopo il via libera del Consiglio dei Ministri al decreto legge per l’Election day, che fissa le elezioni europee a 8 e 9 giugno 2024 con possibilità di accorpare amministrative e regionali. Provvedimento con cui cambiano anche i limiti per i mandati ai sindaci dei piccoli Comuni. Con possibilità di terzo mandato tris varato per i sindaci dei Comuni tra 5mila e 15mila abitanti. Ed eliminazione del limite del numero di mandati per i sindaci dei Comuni sotto la soglia dei 5mila abitanti.

Biffoni, sindaco di Prato, scrive mercoledì 31 gennaio ai parlamentari toscani: “Una disuguaglianza ingiusta, immotivata e, probabilmente, anche incostituzionale. Finalmente si è fatto un deciso e importante passo per superare il limite di due mandati per i sindaci. Il recente decreto legge estende fino a tre il numero dei mandati nei Comuni fino a 15mila abitanti e togli ogni limite per quelli sotto i  5mila. E’ una decisione attesa da tempo, che auspicavamo e che dà una risposta alle nostre richieste. Ma è una risposta parziale. Tutti i sindaci sanno bene che non dobbiamo fermarci qui e che la battaglia deve andare avanti anche per i 730 Comuni italiani sopra i 15mila abitanti. Si tratta di cancellare del tutto un vulnus democratico, che porta una disparità di trattamento tra diversi livelli di governo di pari dignità costituzionale”.

Biffoni ricorda che si tratta di una battaglia che Anci ha cominciato nel 2021, “quando all’unanimità il Consiglio nazionale approvò un documento poi consegnato all’allora presidente del Consiglio. Voglio ricordarlo perché la nostra battaglia è sempre stata unitaria e senza alcun connotato di appartenenza politica, come sempre devono essere e sono le istanze dell’Anci. L’Italia è l’unico Paese europeo ad avere un limite di due mandati. Tra l’altro nel nostro sistema elettivo i sindaci passano dal giudizio diretto dei cittadini: o vinci o perdi. Sono i cittadini a dover decidere”.

Poi il presidente Anci Toscana: “In Toscana 8 e 9 giugno si voterà in 184 Comuni, con le nuove norme 166 primi cittadini saranno candidabili. Una disuguaglianza ingiusta, immotivata e, probabilmente, anche incostituzionale. Ti chiedo quindi di impegnarti e fare il possibile in questa battaglia di democrazia, perché il limite dei due mandati venga cancellato per tutti, e si riconosca ai sindaci il diritto di continuare a fare il loro lavoro e ai cittadini di scegliere autonomamente da chi vogliono essere governati”.

© Riproduzione riservata

spot_img
Firenze
pioggia leggera
25.1 ° C
27 °
23.1 °
66 %
2.5kmh
31 %
Mar
25 °
Mer
28 °
Gio
29 °
Ven
34 °
Sab
38 °

SEGUICI SUI SOCIAL

VIDEO NEWS