fbpx
23.4 C
Firenze
domenica 26 Maggio 2024
Segnala a Zazoom - Blog Directory
spot_img

Rigassificatore di Livorno a Genova, manutenzione straordinaria

Lavori fino a ottobre 2024. La nave disancorata da collocazione davanti a Livorno e trainata da due rimorchiatori. Capacità rigassificazione annua autorizzata 5 miliardi metri cubi

Getting your Trinity Audio player ready...

LIVORNO – Rigassificatore di Livorno a Genova, manutenzione straordinaria

Rigassificatore di Livorno a Genova, il terminale posizionato davanti a Livorno disinstallato e trainato con l’aiuto di due rimorchiatori al porto di Genova.

Dove, comunica OLT Offshore LNG Toscana, resterà in banchina per circa un mese per un primo intervento di manutenzione straordinaria finalizzato alla sostituzione del cuscinetto del sistema di ancoraggio. Sistema progettato e realizzato al fine di garantire la rotazione del Terminale attorno alla torretta geostazionaria permanentemente ancorata al fondale marino.

Manutenzione straordinaria in cantiere, con conseguente fermata dell’impianto, programmata fino alla fine di ottobre 2024

Inoltre è previsto che all’inizio di giugno, spiegano dalla società, il terminale verrà spostato nel porto di Marsiglia, presso il cantiere della San Giorgio del Porto, dove verrà completata la manutenzione. Il completamento delle attività di cantiere è previsto entro metà di settembre cui faranno seguito le operazioni di riconnessione del terminale nel suo attuale sito al largo di Livorno. È previsto che Fsru Toscana riprenda le operazioni a partire dalla metà di ottobre 2024.
Olt Offshore Lng Toscana, società controllata da Snam e Igneo Infrastructure Partners, è proprietaria e fa la gestione commerciale del rigassificatore galleggiante Fsru Toscana ormeggiato a circa 22 chilometri al largo della costa tra Livorno e Pisa. L’impianto, illustra Olt, trasforma il gas naturale liquefatto (GNL), che riceve da altre metaniere, riportandolo allo stato gassoso.

Nel maggio 2023 OLT Offshore LNG Toscana ha ricevuto l’autorizzazione per l’incremento della capacità di rigassificazione annuale da 3.75 miliardi fino a circa 5 miliardi di standard metri cubi annui.

Col decreto emesso il 26 maggio 2023 dal Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica (MASE), di concerto con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (MIT) e d’Intesa con la Regione Toscana, OLT potrà inoltre ricevere fino a 122 navi bettoline all’anno per svolgere il servizio Small Scale LNG.

FSRU Toscana, per mezzo di un sistema di ormeggio, è permanentemente ancorato al fondale marino attraverso un unico punto di rotazione a prua, per consentire all’impianto il movimento intorno alla torretta di ancoraggio, adattandosi alle condizioni meteo marine.

Una volta rigassificato, il gas viene immesso nella Rete Nazionale dei Gasdotti tramite una condotta sottomarina che giunge a terra, realizzata e gestita da Snam, di 36,5 km totali, di cui: 29,5 km in mare, 5 km nel Canale Scolmatore e i restanti 2 km sulla terraferma.

Il Terminale ha una lunghezza fuori tutto di 306,49 metri, una larghezza di 48 metri e un’altezza di 26,5 metri.

Massima capacità di rigassificazione autorizzata: 5 miliardi di metri cubi annui.
Capacità di stoccaggio lorda: 137.100 metri cubi.

 

© Riproduzione riservata

spot_img
Firenze
cielo sereno
23.4 ° C
24.2 °
20.5 °
46 %
4.6kmh
0 %
Dom
24 °
Lun
27 °
Mar
25 °
Mer
27 °
Gio
23 °

SEGUICI SUI SOCIAL

VIDEO NEWS