fbpx
9.5 C
Firenze
domenica 10 Dicembre 2023
spot_img

Italia Viva, Sguanci lascia Forza Italia e torna con Matteo Renzi

Il consigliere regionale aveva lasciato IV un paio di mesi fa. Stella, coordinatore regionale FI: "Privo di serietà". Scaramelli, capogruppo IV: "Il gruppo si ricompatta"

FIRENZE – Italia Viva, Sguanci lascia Forza Italia e torna con Matteo Renzi.

Il consigliere regionale della Toscana Maurizio Sguanci rientra in Italia Viva. Agli inizi di agosto Sguanci aveva lasciato il gruppo di Italia Viva, il partito fondato da Matteo Renzi, in Regione Toscana per aderire a Forza Italia. E si era dimesso da presidente del Quartiere 1 a Firenze.

Marco Stella, coordinatore regionale di Forza Italia e capogruppo in consiglio regionale: “Maurizio Sguanci si è rivelato privo di serietà, sotto il profilo politico e umano”.

Stefano Scaramelli, capogruppo Italia Viva in Consiglio regionale della Toscana, di cui è stato riconfermato nei giorni scorsi vicepresidente: “Il nostro gruppo si ricompatta”.

Dunque, dopo l’ingresso dal Pd della ex vicepresidente del Senato Rosa Maria Di Giorgi, un altro ingresso nel partito di Renzi. Un ritorno dopo una breve separazione.

Sguanci: “La convocazione di una fase congressuale di Italia Viva mi ha fatto tornare sui miei passi. Il fatto che Matteo Renzi, per il quale mi sono sempre espresso, si sia candidato in prima persona costituisce per me un segnale forte e inequivocabile. Il confronto democratico al quale avevo sempre aspirato si sta per celebrare. Ritengo dunque opportuno tornare a quella che considero casa mia”.

Stella: “Maurizio Sguanci si è rivelato privo di serietà, sotto il profilo politico e umano. Ho appreso della sua scelta di tornare, dopo appena 50 giorni, nel gruppo di Italia Viva, da un lancio di agenzia. È un modo di fare incommentabile. Evidentemente ognuno ha il suo stile. Io mi sono fidato dell’uomo e del politico, e chiedo scusa al segretario nazionale Tajani, al gruppo dirigente e a tutta Forza Italia per aver portato nella nostra comunità politica una persona evidentemente non degna di starci”.

Poi: “Soltanto 50 giorni fa Sguanci dichiarava, per spiegare la sua adesione a Forza Italia: ‘Sarò sincero e sintetico. Non è stata una scelta utilitaristica. Non mi è stato promesso niente. Ero presidente del quartiere e domani mi dimetto. Sedevo nei banchi della maggioranza e da domani siederò all’opposizione. È stata una scelta di campo’. Più che altro, sembra che il ritorno a Italia Viva sia una scelta per campare. Forza Italia non gli ha mai promesso niente, questo è vero. Viene da pensare che forse qualcun altro gli ha fatto promesse allettanti”.

Quindi Stella: “Soltanto quattro giorni fa, sabato scorso, Maurizio Sguanci è intervenuto al coordinamento cittadino di Forza Italia Firenze. Facendo interventi appassionati in cui ha attaccato Renzi, il Pd e il centrosinistra. Invitando Forza Italia a fare una battaglia campale per portare il centrodestra a conquistare Palazzo Vecchio.

Il neo consigliere IV parlava di ‘scelta di campo convinta’, nello spiegare il suo passaggio dalla maggioranza di centrosinistra all’opposizione di centrodestra. Così convinta che è ritornato in maggioranza nel giro di 50 giorni. Evidentemente stare in maggioranza ha i suoi vantaggi. Colpisce anche la mancanza di serietà del partito che ha riaccolto un consigliere regionale che lo aveva rinnegato appena 7 settimane fa. Forse è la scelta disperata di chi perde pezzi in Parlamento e sul territorio. Noi rimaniamo quelli di sempre, abbiamo avuto importanti adesioni nelle scorse settimane a Firenze, e continuiamo: oggi abbiamo presentato, a Siena, l’ex coordinatore provinciale della Lega, Paolo Salvini”.

Stefano Scaramelli: “Bentornato Maurizio Sguanci. Il rientro nel gruppo di Italia Viva in Consiglio regionale del mio collega Sguanci è una notizia positiva. Il nostro gruppo si ricompatta. Italia Viva dimostra la propria attrattività. In queste ore infatti esponenti politici di varia provenienza, chi dal Pd, da Azione, da Forza Italia e da esperienze civiche, hanno scelto di aderire al progetto di Centro lanciato da Matteo Renzi insieme a liberali, democratici e popolari. Il centro si crea così, tenendo le porte aperte. Nel farlo stiamo dimostrando che le esperienze riformiste possono stare insieme e riunirsi intorno a progettualità concrete e pragmatiche”.

© Riproduzione riservata

spot_img

Notizie correlate

Firenze
foschia
9.5 ° C
10.7 °
8.2 °
94 %
2.6kmh
75 %
Dom
13 °
Lun
11 °
Mar
14 °
Mer
14 °
Gio
11 °

Ultimi articoli

Resta Connesso

23,606FansLike
7,615FollowersFollow
482FollowersFollow
spot_img