fbpx
11.7 C
Firenze
mercoledì 17 Aprile 2024
Segnala a Zazoom - Blog Directory
spot_img

La cappella medievale di Sant’Agata a Pisa torna a nuovo splendore

Getting your Trinity Audio player ready...

PISA – Si è concluso il restauro della cappella di Sant’Agata, situata nella zona absidale della chiesa di San Paolo a Ripa d’Arno. Una cappella di proprietà del Comune di Pisa guidato dal sindaco Michele Conti che versava da anni in grave stato di degrado. L’importo dei lavori ammonta a 348mila euro, di cui il 75% arrivato grazie al cofinanziamento della Fondazione Pisa e il restante con risorse proprie  comunali. Spiega il sindaco: “La cappella medievale di Sant’Agata è immersa in un contesto ricco di emergenze monumentali di grande rilievo. Nelle sue immediate vicinanze anche la chiesa di Sant’Antonio in Qualquonia, in totale stato di abbandono, per il quale il Comune di Pisa ha recentemente ottenuto 900mila euro di finanziamento dai fondi del Pnrr per la rigenerazione urbana. Queste due operazioni testimoniano la grande attenzione della nostra amministrazione per la conservazione e la valorizzazione del patrimonio storico artistico della città”. Quindi il sindaco Conti: “Per il recupero della cappella Sant’Agata ci tengo a ringraziare la Fondazione Pisa, senza il cui contributo fondamentale non sarebbe stato possibile. Adesso dobbiamo lavorare per valorizzare questo nuovo spazio, inserendolo negli itinerari turistici della nostra città e magari, anche attraverso la collaborazione con associazioni del territorio, rendendolo vivo e frequentato con iniziative culturali per cittadini e ospiti”. Il sindaco ha poi annunciato una iniziativa di apertura alla cittadinanza della cappella il 5 febbraio, data dedicata al culto di Sant’Agata.

Il presidente della Fondazione Pisa Stefano Del Corso: “La Fondazione Pisa ha accolto con sollecitudine nel 2020 la richiesta di sostegno giunta dall’amministrazione comunale, per il recupero della Cappella di Sant’Agata, riscontrando l’immediata esecutività del progetto di intervento presentato, che prevedeva il restauro completo delle parti murarie della copertura e delle pareti esterne, nonché degli infissi e del pavimento interno. Un intervento complesso e necessario che si aggiunge a quelli per la chiesa di San Paolo a Ripa d’Arno per i quali la Fondazione Pisa si è impegnata da lungo tempo e che nel loro insieme contribuiscono al recupero di un’area tra le più belle a Pisa”.

© Riproduzione riservata

spot_img

Notizie correlate

Firenze
cielo sereno
11.7 ° C
12.8 °
9.2 °
80 %
1.5kmh
0 %
Mer
19 °
Gio
15 °
Ven
18 °
Sab
17 °
Dom
10 °

Ultimi articoli

SEGUICI SUI SOCIAL

VIDEO NEWS

Video news