fbpx
18.8 C
Firenze
giovedì 13 Giugno 2024
Segnala a Zazoom - Blog Directory
spot_img

Toscana parla Pd. Lega a picco. Trionfo Salvetti-Bugetti-Nardella

logo corriere toscano
Getting your Trinity Audio player ready...

Toscana parla Pd. Lega a picco. Trionfo Salvetti-Bugetti-Nardella

Toscana parla Pd, è il Pd di Elly Schlein il primo partito in Toscana. Seguito da Fratelli d’Italia di Meloni. Così ha decretato l’election day 2024. Un risultato che premia in primis gli amministratori dem. Che premia il lavoro anche di Schlein costantemente in Toscana. E il lavoro del segretario regionale Emiliano Fossi.

Con un vero e proprio trionfo dei sindaci: Luca Salvetti a Livorno, Ilaria Bugetti a Prato, Dario Nardella sindaco uscente di Firenze campione di preferenze Europee, il più votato in Toscana dopo la premier Giorgia Meloni.

Con un consenso importante per Alleanza Verdi Sinistra di Bonelli e del pisano Fratoianni che eleggono in Europa Ilaria Salis

E che affossa la Lega Salvini.

Oltre che gli Stati Uniti di Renzi, comunque più votato in Toscana alle Europee dopo Meloni, Nardella, Schlein e Vannacci. E Azione di Calenda. Niente Europa per entrambi.

Il partito di Salvini a livello Europee registra il grande risultato nazionale del generale Vannacci in termini di preferenze, mezzo milione di voti nelle cinque circoscrizioni.

Mentre affonda nei Comuni in Toscana.

Sono lontani i tempi boom 2019. Sono più vicini i tempi pre 2019, quando la Lega viaggiava intorno allo zero virgola.

La marcia trionfale dei sindaci.

Luca Salvetti a Livorno è sindaco bis di centrosinistra sfiorando il 52% asfaltando il centrodestra più Azione del candidato sindaco Alessandro Guarducci, fermo al 23.16%. Un dato che per Salvetti, in quanto sindaco uscente, ha un significato di primo piano: è stato premiato il lavoro nei suoi primi cinque anni. Ed è stato talmente premiato che la lista di Luca Salvetti ‘Luca Salvetti sindaco Livorno civica’ con 8.31% è il terzo partito a Livorno dopo Pd, 33.78% e Fratelli d’Italia con 12.71%. Davanti al M5S con 7.87%.

Stesso ragionamento per Ilaria Bugetti, Pd, centrosinistra, prima sindaca del Comune di Prato. Bugetti trionfa con 52.22%.

Per il centrodestra di Gianni Cenni il 41.37% con Lega al 2.97%.

Ed è evidente che l’elettorato ha premiato l’amministrazione uscente dopo due mandati di Matteo Biffoni, Pd, presidente Anci Toscana, sindaco molto popolare e tra i più amati nella storia di Prato.

Il terzo sindaco trionfatore è un sindaco uscente. Dario Nardella, Pd, sfiora le centomila preferenze e vola in Europa, un dato enorme per il quale vale lo stesso ragionamento di Salvetti e Bugetti. E’ evidente che l’elettorato ha ritenuto di premiare i suoi dieci anni di amministrazione a Firenze. Elemento che potrebbe essere apripista per il ballottaggio per il successore di Nardella tra Sara Funaro, Pd, assessora in giunta Nardella e Eike Schmidt, candidato sindaco centrodestra.

Questione Lega nei Comuni toscani. Un disastro. Anche considerando che la Lega è partito di governo nazionale con Fratelli d’Italia e Forza Italia.

Con l’europarlamentare uscente Susanna Ceccardi, ex sindaca di Cascina, che per volare in Europa dipende da Vannacci, eletto in più circoscrizioni, Italia centrale con Toscana compresa.

Ceccardi, dopo aver impostato la campagna elettorale contro altre candidate “O me o lei”, vede elette le altre da lei indicate come avversarie: Ilaria Salis, Lucia Annunziata, Elly Schlein. Per lei il pass per l’Europa passa da Vannacci.

Per avere il peso dei dati di una Lega a picco, oltre al 2019 boom lontano ricordo, si guardi la provincia di Livorno che alle politiche 2022 ha visto per la prima volta eleggere due parlamentari di centrodestra: Potenti, Lega Salvini, e Tenerini, Forza Italia.

A Cecina, che aspetta il ballottaggio con sfidanti Giangrande, centrodestra, e Burgalassi, Pd centrosinistra, la Lega affonda con 1.65%. A Rosignano precipita a 3.61%, a Livorno crolla al 3.81%.

Il che significa che in questo momento in tutta la provincia di Livorno solo il capogruppo leghista uscente Carlo Ghiozzi sarebbe eletto in un Consiglio Comunale.

A Firenze poco più del 5% per il partito di Salvini e non proprio il pieno di preferenze per i candidati più rappresentativi.

Non tragga in inganno il dato più dignitoso della Lega Salvini a Montecatini Terme, con il 10.65% legato al sindaco uscente e candidato bis Luca Baroncini che è il segretario Lega in Toscana. Luca Baroncini non è eletto al primo turno e va al ballottaggio. Nel 2019 Baroncini fu eletto al primo turno, la sua Lega gli portò il 31.6%

 

© Riproduzione riservata

spot_img

Editoriale

Firenze
nubi sparse
18.8 ° C
19.8 °
16 °
62 %
4.6kmh
40 %
Gio
23 °
Ven
25 °
Sab
28 °
Dom
30 °
Lun
22 °

Ultimi articoli

SEGUICI SUI SOCIAL

VIDEO NEWS